Arrivano i primi tre punti della stagione per il Milan, ma che brividi! Battuto 3-2 il Torino dell’ex Mihajlovic in un San Siro euforico, la squadra di Montella mostra già uno stile e un entusiasmo differente dalle precedenti annate.

NIANG SU DI GIRI

Le idee di calcio del mister vengono subito applicate. Uomo in più Niang. Suo il primo tiro in porta del “Diavolo” dopo dieci minuti. Parecchi i pericoli creati alla retroguardia ospite, l’attaccante francese calcia al 15’ sull’esterno della rete, imbeccato da Bacca. I granata si fanno vedere in avanti solo mediante il tiro a lato di Ljajic, poi costretto al cambio causa infortunio. Giungiamo così all’1-0 rossonero: Niang cambia campo per Abate che fa rimbalzare la palla e poi serve alla giusta altezza Bacca, letale dinnanzi a Padelli. Il pubblico applaude, esaltato dalla splendida azione.

LA PRIMA “TRIPLA” DI BACCA

Gli ospiti trovano il pari all’avvio della ripresa con Belotti, che sfrutta tramite un’incornata il cross di Molinaro. Altri due minuti e il Milan torna in vantaggio, nato dall’invenzione di Niang che serve Bacca, lesto ad approfittare dell’errore di Moretti. Il colombiano realizza poi la prima tripletta col Milan, cinico sul rigore guadagnato da Bonaventura (steso da Obi). Sfiorato il poker sul successivo spunto di Suso, il bomber lascia il campo tra gli applausi. Il Torino aveva aumentato il potenziale d’attacco con Maxi Lopez e Baselli ed è proprio quest’ultimo ad accorciare le distanze in pieno recupero grazie ad un preciso diagonale.

FINALE THRILLER

Sfortunato Bertolacci: entra ed è subito costretto al cambio per un colpo ricevuto. Nell’ultima azione della partita Paletta tiene Belotti in area e Damato concede il penalty. Il Gallo si incarica della battuta, fermato da Donnarumma che così ripaga Mihajlovic, l’allenatore ora avversario che lo aveva lanciato titolare al Milan. Lo stadio applaude alla fine soddisfatto, con le contestazioni rimandate di una domenica.