Un poker gol per rispondere al ko nel derby e tornare seconda in classifica. La Roma impartisce una severa lezione di calcio al Milan, e con due Dzeko stacca Belotti nella classifica cannonieri.

Quanto sei bella Roma

Disputano un primo tempo meraviglioso i capitolini, che colpiscono al primo affondo. Poi la gara è in discesa, favorita dalle praterie lasciate dal Milan. Oltre al raddoppio di testa del bosniaco (27° centro in tutto il torneo), solo Donnarumma e i pali colpiti tengono, almeno in parte, aperto l’incontro fino all’intervallo. Il Milan, perennemente sotto affanno, impegna Szczesny solo al 23′, quando Sosa lo chiama in causa da fuori area. Nella ripresa Montella inserisce Bertolacci per Mati Fernandez e inverte le posizioni di Suso e Deulofeu. Forse i lupacchiotti si specchiano forse un po’ troppo e Pasalic pare riaprire la gara. Ma il gol non fa altro che indispettire i giallorossi, che dopo due giri di lancetta fanno 3-1 con un destro a giro di El Shaarawy. È il definitivo colpo del ko. Salah conquista nel finale un rigore, atterrato da Paletta che viene espulso. Sul dischetto De Rossi trasforma per il poker giallorosso.

MILAN-ROMA 1-4
(primo tempo 0-2)
MARCATORI: Dzeko (R) all’8′ e al 28′ p.t.; Pasalic (M) al 31′, El Shaarawy (R) al 33′, De Rossi (R) su rigore al 43′ s.t.
MILAN (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Zapata, Paletta, Vangioni (dal 24′ s.t. Ocampos); Pasalic, Sosa (dal 44′ s.t. Gomez), Mati Fernandez (dal 1′ s.t. Bertolacci); Suso, Lapadula, Deulofeu. (Storari, Plizzari, Calabria, Montolivo, Gabbia, Locatelli, Honda, Cutrone, Bacca). All. Montella.
ROMA (4-2-3-1): Szczesny;Emerson, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Paredes; Salah, Nainggolan (dal 26′ s.t. Grenier), Perotti (dal 15′ s.t. El Shaarawy); Dzeko (dal 38′ s.t. Bruno Peres). (Lobont, Alisson, Vermaelen, Mario Rui, Gerson, Totti). All. Spalletti.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna.
NOTE: espulso Paletta (M) per gioco scorretto; ammoniti Vangioni (M), Lapadula (M), Ocampos (M) per gioco scorretto, Manolas (R), Bertolacci (M) per comportamento non regolamentare