Nove punti a testa dopo sei giornate, non esattamente il bottino che le due squadre si aspettavano da questo inizio di stagione, chiariscono perché il Milan-Napoli di questa sera si presenta già come una sfida decisiva per il prosieguo del campionato. Più per i rossoneri che per i partenopei: quest’ultimi, se non altro, stanno viaggiando bene in Europa League (due vittorie in due gare) e danno l’impressione di aver trovato la quadratura del cerchio, con un 4-3-3 ancora non solidissimo – ma i difensori sono quello che sono – ma micidiale in attacco; la squadra di Mihajlovic, invece, è ancora alla ricerca di un assetto definitivo ed è certamente ben lontana dal livello di gioco che la società, ragionevolmente o meno, pretende di ammirare. Una vittoria, ovviamente, confermerebbe le ambizioni di alta classifica per entrambe; una sconfitta affosserebbe molto più il Milan del Napoli.

Le probabili formazioni di Milan-Napoli

Pochi dubbi per Maurizio Sarri, uno che avrebbe  anche potuto essere seduto sull’altra panchina (e lo stesso vale per Sinisa): Pepe Reina è stato convocato e sarà certamente della partita, niente esordio in azzurro per il milanista Gabriel; stesso discorso per Lorenzo Insigne, uno degli uomini più in forma del Napoli, che ha recuperato rapidamente dal piccolo infortunio rimediato contro la Juve e occuperà il suo solito slot sulla sinistra dell’attacco, accanto al totem Higuain e a Callejon. Centrocampo a tre con Jorginho in cabina di regia e Hamsik-Allan mezzali, in difesa il quartetto composto da Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam.

Nessun particolare dilemma nemmeno per Mihajlovic, che in questo senso si è visto agevolare dall’infermeria, che ha trattenuto il febbricitante Honda (solo panchina per lui) e il Balo con la pubalgia (si rivedrà dopo la sosta), restituendo al contempo Juraj Kucka e Luca Antonelli. Lo slovacco, già diventato un punto fermo sul centrodestra e apprezzatissimo dal pubblico di San Siro, confinerà nuovamente De Jong in panca, mentre Antonelli è favorito per il ruolo di terzino sinistro, con De Sciglio che verrebbe dirottato sulla destra a scapito di Calabria. Rodrigo Ely sostituirà lo squalificato Romagnoli al centro della difesa, Bertolacci giocherà mezzala sinistra e Bonaventura trequartista, ma non è escluso che i due si possano allargare in corso d’opera per dar forma a un 4-4-2 forse più consono al momento complesso che sta vivendo la squadra. In attacco ritorna la coppia Luiz Adriano-Bacca, pizzicata da Sinisa in conferenza stampa per un rendimento ancora al di sotto delle aspettative.

MILAN (4-3-1-2): Diego Lopez; De Sciglio, Zapata, Ely, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Luiz Adriano, Bacca. All. Mihajlovic

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri