Il Milan si è rifiondato con forza su Alvaro Morata, per il quale è disposto a mettere sul piatto uno stipendio da 10 milioni di euro, 1 in più di quanto offerto dal Chelsea. L’indiscrezione arriva dalla Gazzetta dello Sport.

Secondo il quotidiano sportivo, l’attaccante spagnolo avrebbe scavalcato nelle preferenze Andrea Belotti, anche grazie all’intercessione di Leonardo Bonucci, il quale non avrebbe perso tempo contattando il suo ex compagno di squadra alla Juventus per chiedergli di raggiungerlo nella nuova avventura rossonera.

Il Milan sarebbe disposto, se necessario, a raggiungere addirittura quota 12 milioni di euro di stipendio ed accontentare le richieste del Real Madrid, che valuta l’attaccante 70 milioni di euro (soldi poi girati al Monaco per Mbappé, che ha una valutazione da 150 milioni di euro).

E Belotti? Il torinista non faceva parte dei calciatori scelti per la presentazione della nuova maglia granata. Un indizio? Forse. L’impressione, però, è che la coppia Fassone-Mirabelli sia più attratta da Morata, con Aubameyang sullo sfondo.

Renato Sanches è una idea per il centrocampo. Il portoghese del Bayern Monaco è stato cercato dai rossoneri, come ammesso dallo stesso Rummenigge: “Ce lo hanno chiesto, ma per ora non c’è accordo sull’offerta”.