Sinisa Mihajlovic non lascerà il Milan. O perlomeno, questo è quello che oggi il tecnico serbo ha ribadito nel corso di un’intervista telefonica a Milan Channel, il canale tematico del club.

Mihajlovi fa chiarezza: “E’ giusto dire le cose come stanno – le sue prime parole – per non fare pubblicità a chi l’ha detto, io ci tengo a precisare che ieri a Coverciano non ho parlato con nessuno. Ho un contratto con il Milan e penso si stanno costruendo delle basi per dei futuri successi. Mi spiace che sia bastata una sconfitta per far tornare fuori nuovamente le solite voci sul mio futuro. Voci prive di fondamento, sono e siamo concentrati sulla prossima partita”.

Mihajlovic smentisce, la società invece non parla. Segno che forse la situazione non è proprio così rosea come la vuole far intendere il tecnico serbo, che intanto è stato squalificato dal giudice sportivo per una giornata per “avere, al 27° del secondo tempo, uscendo dall’area tecnica e rivolgendosi ad un assistente, contestato platealmente una decisione arbitrale e per avere quindi, all’atto del consequenziale allontanamento, rivolto agli ufficiali di gara un’espressione insultante”.

Le voci sul futuro di Sinisa Mihajlovic continueranno sicuramente anche nei prossimi mesi: che Silvio Berlusconi non sia contento è un fatto risaputo e il silenzio assordante della società che non difende pubblicamente il suo tecnico deve far riflettere. C’è chi dice che, in caso di successo della Coppa Italia, Mihajlovic rimarrà sicuramente in rossonero, ma la sensazione è che possa restare al Milan solo se il club si accorgerà di non avere valide alternative in panchina.