Questo pomeriggio, attorno alle 15.30, è iniziata l’avventura italiana di Carlos Bacca. Proveniente dalla sua Colombia, l’ex centravanti del Siviglia è sbarcato all’aeroporto di Malpensa, dove è stato subito accolto da un considerevole numero di giornalisti, tifosi e semplici curiosi, e non ha potuto esimersi dal rilasciare le sue prime dichiarazioni da nuovo giocatore rossonero. “Sono molto contento  di essere qui e giocare con calciatori di altissimo livello. Voglio fare molti gol e riportare il Milan in alto“, attacca il colombiano, sottolineando subito che non è venuto a Milano per accontentarsi di una lussuosa mediocrità. “L’obiettivo è dare il massimo per questa maglia, tornare immediatamente in Champions e lottare per vincere lo scudetto“, musica celestiale per una piazza che da tre anni a questa parte è stata costretta a congelare le proprie tradizionali e magniloquenti ambizioni in nome dell’austerity e dell’incapacità di avviare un nuovo progetto tecnico.

Le cose sono cambiate, fortunatamente, il Milan è tornato a spendere e a far valere il peso del suo nome, come conferma lo stesso Carlos: “Ho scelto il Milan perché è un grande club, il più importante in Italia, il progetto è ambizioso e io ho sempre sognato di giocare in un club come questo. E poi me ne ha parlato bene Zapata“, alludendo al suo compagno di nazionale, che finalmente sembra aver fatto qualcosa di importante anche per il club che lo paga dal 2012.

Bacca giocherà con la maglia numero 70 (“Era il mio numero preferito anche in Colombia, in Spagna non ho potuto prenderlo perché la numerazione arriva fino al 25, qui c’era la possibilità e allora l’ho scelto“), farà coppia con Luiz Adriano, che ha raggiunto i suoi nuovi compagni un paio di giorni fa, e forse con Zlatan Ibrahimovic: “Non so cosa succederà, ma è un grandissimo giocatore e sarebbe bello giocare insieme a lui“. Infine, prima di afferrare una sciarpa rossonera e sventolarla sorridente, lancia un messaggio ai tifosi: “Prometto di dare tutto in allenamento come in partita per aiutare il Milan a centrare gli obiettivi“. L’ex pescivendolo di Barranquilla ha fame, molta fame.

https://twitter.com/acmilan/status/622783109122105344