Non sono ancora passati tre giorni dalla vittoriosa gara di Europa League a Trebisonda contro il Trabzonspor e la Juventus sarà nuovamente in campo a San Siro per sfidare il Milan nel corso della 25.a giornata di serie A. Il big match è in programma per questa sera alle ore 20.45. I bianconeri vorrebbero trionfare al Meazza per portarsi a 11 lunghezze di vantaggio sulla Roma, immediata inseguitrice e seconda in classifica (i giallorossi dovranno recuperare la partita contro il Parma). Per i bianconeri potrebbe essere davvero una fuga importante. In campionato la Vecchia Signora giunge dalla vittoria, non senza polemiche, ottenuta nel derby di domenica scorsa. In settimana i rossoneri non hanno dovuto affrontare alcun impegno. Giungono quindi alla gara odierna maggiormente riposati rispetto ai campioni d’Italia. Nello scorso turno di serie A, i ragazzi di Seedorf hanno ottenuto una vittoria 2-0 sul difficile campo di Marassi contro la Sampdoria e sono carichi e pronti per sfidare la prima della classe che, a San Siro in campionato, non li sconfigge dal 2010/2011 quando si impose 2-1 con reti di Quagliarella e Del Piero. Per i rossoneri segnò  Ibrahimovic. Nella stagione successiva il Milan e i bianconeri si contesero lo scudetto poi vinto dalla Vecchia Signora. La supersfida del Meazza terminò 1-1 con gol di Nocerino (Milan) e Matri (Juve). Nel corso di quella gara vi furono parecchie polemiche legate alla famosa rete negata a Muntari. Nello scorso campionato l’allora squadra di Allegri si impose per  1-0 su quella di Conte grazie a un rigore trasformato da Robinho. Nella gara di andata allo Stadium, i Campioni d’Italia hanno superato i rossoneri 3-2 con i gol di Pirlo, Giovinco e Chiellini per i bianconeri e doppietta di Muntari per il Milan.

La capolista dovrà fare a meno di Pepe e Vucinic indisponibili, e di Vidal squalificato. Conte dovrebbe schierare la sua squadra con il solito 3-5-2. In porta ci sarà Buffon. Il terzetto difensivo potrebbero essere composto da Barzagli, Bonucci e uno tra Chiellini (se recupera), Caceres (anche se ha un fastidio muscolare)  o Ogbonna. Sulla corsia di destra dovrebbe trovare spazio Lichtsteiner, mentre su quella di sinistra, se Asamoah non sarà recuperato agirà uno tra Peluso e l’uruguayano Caceres. Nel cuore del centrocampo, dove pesa come un macigno l’assenza di Vidal, dovrebbero esserci Pogba, Pirlo e Marchisio. In attacco si va verso la coppia Llorente-Tevez. Seedorf, che deve rinunciare a El Shaarawi, Cristante, Balotelli indisponibili, e a Muntari squalificato, dovrebbe schierare il Milan con il 4-2-3-1. Tra i pali della porta rossonera potrebbe esserci Abbiati.  In difesa potrebbero trovare spazio il rientrante De Sciglio o Abate, Rami, Bonera, che ha smaltito la febbre,  ed Emanuelson. Davanti a loro dovrebbe esserci Montolivo con chi vincerà il ballottaggio tra Essien e De Jong. Taarabt, Poli (favorito) o Honda e Kakà agiranno dietro Pazzini. Continua la sfortuna di Balotelli che da quando è rossonero non riesce mai a giocare contro la Juve. Dirigerà la gara Guida della sezione di Torre Annunziata.

Milan (4-2-3-1): Abbiati, Abate, Bonera, Rami, Emanuelson, Montolivo, De Jong, Taarabt, Poli, Kakà, Pazzini. All. Seedorf.

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Caceres, Lichtsteiner, Marchisio, Pirlo, Pogba, Asamoah, Llorente, Tevez. All. Conte.