Alle 12.30 di oggi sono state divulgate dalla Lega calcio le designazione arbitrali della 14.a giornata di serie A. Mi escono gli occhi dalle orbite quando leggo il nome della giacchetta nera che si dovrà prendere la responsabilità di arbitrare Milan-Juventus.

Nicola Rizzoli!!!

Non sapevo se ridere, tirare delle testate al monitor del mio pc o imprecare contro la fenomenale coppia Nicchi-Braschi.
Primo pensiero. Ok allora è tutta una giostra messa in movimento per far lavorare l’opinione pubblica sportiva. Secondo pensiero. Lo fanno apposta per andare controcorrente ed essere provocatori verso chi afferma continuamente che la classe arbitrale è incompetente. Terzo pensiero. Sono davvero convinti di aver fatto la scelta giusta. Oddio la scelta in effetti, tolto Tagliavento (sarebbe stato peggio… ricordate gol di Muntari la scorsa stagione) e Rocchi (doveva smaltire le fatiche di Champions League per City-Real) non poteva che ricadere sul buon Rizzoli. Un arbitro giovane no?
Ah no perché Moratti ha sbottato dopo Inter-Cagliari.

Ma fosse, in ogni caso, il mio terzo pensiero quello corretto, inizierei davvero ad avere seri dubbi su come ragionano alla CAN. A meno che in questa stagione non si consideri il Milan una “cenerentola” del campionato tra le big. Ma ragazzi non scherziamo. Milan-Juventus è Milan-Juventus anche se non ci si gioca lo scudo, e questa scelta è completamente fuori luogo.

Giusto per ricordare agli appassionati di calcio più smemorati cosa significa avere Nicola Rizzoli in campo ad arbitrare Milan-Juventus quest’anno, cito giusto tre episodi e tutti e tre in cui Rizzoli era designato come assistente di porta in gare in cui impegnata la Vecchia Signora: la supercoppa italiana giocata a Pechino tra Napoli e Juventus con Rizzoli accusato di aver favorito (sbagliando) la decisione dell’arbitro sul rigore assegnato alla Juve, l’espulsione con rigore del portiere Brkic su un uscita di gioco su Giovinco in Udinese-Juventus (Udinese in dieci per 80 minuti ed espulsione considerata ingiusta) e quello ancor più criticato in Catania-Juventus con il gol regolarissimo annullato al rossoblù Bergessio proprio su imbeccata di Rizzoli (sempre assistente di porta) alla terna arbitrale dopo un siparietto di 5 minuti (gol prima convalidato poi annullato).

Quel Nicola Rizzoli che sponda Milan in tempi non sospetti fischiava “rigorazze” al Milan dello scudetto di Allegri, lo stesso Rizzoli che buttò fuori Ibrahimovic dopo uno scambio reciproco di scappellotti con Aronica in un decisivo Milan-Napoli per il campionato 2011-2012 lasciando il Milan in dieci (Aronica nemmeno sanzionato)… aspettiamoci un bel weekend pre gara di fuoco e fiamme. Buon campionato a tutti!

photo credit: Kate_Lokteva via photopin cc