Dopo il deludente pareggio contro il Verona sabato sera molti addetti ai lavori pensavano che l’avventura di Inzaghi al Milan fosse ormai giunta al capolinea, e, invece, il patron rossonero Silvio Berlusconi ha concesso ancora fiducia a Super Pippo, che resta dunque saldo sulla panchina del Milan.

Dopo una lunga notte (soprattutto per Inzaghi e i tifosi del Milan), il Cavaliere ha deciso di salvare Filippo Inzaghi, un’altra volta, nonostante l’evidente malumore che si respira fra i tifosi e il pessimo andamento nel girone di ritorno. Almeno per ora, si allontana il fantasma dell’esonero per Inzaghi, che dopo il 2-2 casalingo di sabato sera si era inesorabilmente avvicinato. Super Pippo ha quindi un’altra chance per consolidare la sua posizione alla guida del Milan. Oggi il tecnico tornerà regolarmente a Milanello e, alle ore 15, dopo aver incontrato l’amministratore delegato Adriano Galliani, condurrà il primo allenamento settimanale dei suoi in vista del prossimo impegnativo incontro di campionato contro la Fiorentina.

Nella giornata di ieri si era parlato di Cristian Brocchi, attuale allenatore della Primavera rossonera, come possibile sostituto di Filippo Inzaghi, probabilmente coadiuvato dal solito storico allenatore in seconda Mauro Tassotti. Nonostante la conferma di Super Pippo, quella di Brocchi rimane un’opzione B piuttosto credibile, a costo zero e semplice da attuare in caso la situazione di Inzaghi dovesse ulteriormente peggiorare.