Mistero svelato. Dopo le tante illazioni, emerge la verità sulla mancata convocazione di Riccardo Montolivo nel match vinto contro la SPAL.

Montolivo: lesione ai flessori della coscia destra

Il Milan ha deciso di fare chiarezza sulla vicenda. Niente scelta tecnica, bensì un nuovo sfortunato infortunio, che potrebbe tenere fuori il centrocampo per alcune settimane. “AC Milan comunica che Riccardo Montolivo, come da programma prestabilito, ha effettuato esami clinici che hanno evidenziato una minima lesione di alcune fibre dei flessori della coscia destra. Il giocatore verrà tenuto monitorato per alcuni giorni”. Montolivo salterà dunque la prossima trasferta di campionato, opposta, domenica alle 12.30, alla Sampdoria. Una pausa che potrebbe costargli la presenza pure nella sfida di Europa League contro il Rijeka. I tempi di recupero prolungabili per una decina di giorni. Mister Montella spera che recuperi per il big match al cospetto della Roma, o, mal che vada, dopo la sosta per le nazionali.

Una bella rosa da cui scegliere

Nel prossimo turno giocherà senza alcun dubbio Lucas Biglia. L’ex playmaker laziale, sbarcato a Milano quest’estate, sta consolidando il posto da titolare. Un’ottima seconda scelta Manuel Locatelli: lanciato in prima squadra la passata stagione, sta maturando in un ambiente dove da tanti anni è di casa. La prolifica campagna acquisti sta togliendo spazio a Montolivo, che stenta a imporsi. In qualità di veterano Riccardo è ormai una chioccia. Su cui affidarsi a occhi chiusa, data la professionalità che mai gli è mancata. Sentimenti di riconoscenza che non possono tuttavia intralciare il cammino di una squadra proiettata alla Champions League. “Come potrete immaginare, ho un piano A e un piano B: all’Uefa ho presentato un piano più conservativo che mostra una progressione del club anche se non raggiungerà la Champions League in questa stagione. In quel caso, l’investimento sul mercato non potrebbe essere alto e dovremmo pensare anche di vendere uno dei nostri top player”, ha d’altronde dichiarato in passato l’amministratore delegato Marco Fassone al “Guardian”.