Settima contro ottava, 41 punti a 40. Promette equilibrio Milan-Fiorentina, big match serale di questa domenica.

La presentazione di Milan-Fiorentina

L’andamento altalenante è una peculiarità di ambo le squadre. Quotazioni rossonere in ascesa dopo i quattro punti messi in cascina fra Bologna e Lazio. Due trasferte toste, ma che alla fine hanno trasmesso positività all’ambiente. Adesso tocca far bene a San Siro, davanti ad un pubblico che si aspetta il massimo. Avversaria di giornata una rivitalizzata Fiorentina, reduce dal trionfo sul Borussia Monchengladbach in Europa League. Vincere aiuta a vincere, il che consentirebbe ai toscani di sorpassare i padroni di casa in classifica. Senza lo squalificato Bernardeschi, potrebbe essere questa l’occasione buona per mettere in luce altri elementi.

Milan-Fiorentina, i precedenti

Nella gara d’andata al Franchi finì a reti inviolate. Doppio 2-0 invece nella passata stagione: i Viola sfruttarono il fattore campo con le reti di Marcos Alonso e Ilicic; i milanisti ebbero occasione di rifarsi in casa, per merito dei gol di Bacca e Boateng. Il pareggio manca a San Siro dal 26 ottobre 2014: Ilicic e De Jong decretarono l’1-1. Pioggia di gol il 9 settembre 2001: trionfò 5-2 il “Diavolo”, con marcature di Shevchenko (doppietta), Laursen, Inzaghi e Serginho; per gli ospiti doppio Enrico Chiesa, pronto a tifare il figlio Federico nell’imminente confronto. Grande ex Vincenzo Montella, che da allenatore contro il suo passato toscano ha collezionato una vittoria e quattro pareggi.

Tutti i numeri di Milan-Fiorentina

Alla Scala del Calcio sarà il 77esimo scontro. Avanti il Milan con 45 vittorie, a fronte di 20 pareggi e 11 sconfitte. 137 i gol realizzati, 66 quelli subiti. Miglior marcatore Bacca, a segno in otto occasioni. Due reti in più, insieme a Bernardeschi, bomber Kalinic che, da possibile acquisto nella sessione di mercato invernale, reciterà ora il ruolo di nemico pubblico.