Difficile stabilire a chi servono di più i tre punti in questo Milan-Fiorentina: se a Sinisa Mihajlovic, che nonostante le confortanti dichiarazioni di Berlusconi (“piena fiducia nell’allenatore“) ha bisogno di far legna per evitare che la baracca gli crolli in testa, o se a Paulo Sousa, che in caso di vittoria resterebbe prepotentemente ancorato alla locomotiva scudetto. Molto più semplice, invece, ricordarsi chi i tre punti se li è presi spesso in questa sfida negli ultimi anni: tre vittorie viola consecutive tra il 2012 e il 2014, tra cui quella firmata Amauri che costò all’ultimo Milan competitivo lo scudetto 2011-12, più il pareggio dello scorso anno. I rossoneri, infatti, non battono la viola a San Siro dal 20 novembre 2010, quando c’era Ibrahimovic al timone e Sinisa sedeva sulla panchina avversaria.

Le probabili formazioni di Milan-Fiorentina

Corsi e ricorsi storici, dunque, che riguardano anche i leader offensivi delle due squadra, Carlos Bacca e Nikola Kalinic, che si sono affrontati durante l’ultima finale di Europa League: a Varsavia ebbe la meglio il colombiano, autore del secondo e del terzo (e decisivo) gol con cui il suo Siviglia piegò il Dnipro, che si era portato in vantaggio per primo con una rete proprio del croato. I due si erano poi incontrati ancora in agosto, nel match di andata, ma senza lasciare tracce. Bacca è più costante e i suoi 8 gol in campionato hanno fruttato al Milan ben 17 punti, mentre Kalinic ha concentrato 9 dei suoi 10 gol in 9 giornate, tra la 5.a e la 13.a, segnando appena una rete dal 22 novembre in avanti.

Per il match di San Siro, Paulo Sousa deve rinunciare a due titolari importanti, Badelj per infortunio (out almeno un mese) e Gonzalo Rodriguez per squalifica. Per coprire la prima assenza, il portoghese sceglie Mati Fernandez, arretrando Borja Valero in cabina di regia, mentre al centro della difesa si sposta Roncaglia al centro, con Tomovic sulla destra. Mihajlovic, dal canto suo, deve fare a meno dei soliti Diego Lopez e Menez (oltre a Ely, disastroso all’andata, Mexes e l’ormai epurato Cerci), mentre si porta in panchina Mario Balotelli, firmatario dell’ultima vittoria rossonera contro la Fiorentina al Franchi. Due i ballottaggi: Kucka/Bertolacci accanto a Montolivo, Alex/Zapata accanto a Romagnoli. Alla fine dovrebbero spuntarla lo slovacco, quasi sempre tra i migliori in questa stagione, e il brasiliano, visto cosa ha combinato Zapata mercoledì notte contro il Carpi. In attacco, confermata la coppia Bacca-Niang, un po’ per convinzione, un po’ perché non ci sono alternative.

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda, Kucka, Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang. All. Mihajlovic

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Roncaglia, Astori; Bernardeschi, Vecino, Borja Valero, Alonso; Mati Fernandez, Ilicic; Kalinic. All. Paulo Sousa