Notizia importante per il Milan. Secondo quanto riportano fonti interne al club, i rossoneri hanno messo nero su bianco il rinnovo del contratto di sponsorizzazione con Emirates, un accordo che porterà nelle casse di via Aldo Rossi la bellezza di 100 milioni di euro, di cui 18 all’anno fissi più 2 di bonus in caso di qualificazione alla Champions League, per i prossimi cinque anni (2015-2020) Si tratta di un indubbio successo di Barbara Berlusconi, che ha lavorato in prima linea per quello che si prefigura come la più ricca sponsorizzazione “jersey” (lo sponsor sulla maglia, per farla breve) attualmente sul mercato, con un incremento del 40% rispetto al precedente accordo con la compagnia aerea di Dubai, che finora ha fruttato 15 milioni di euro all’anno. I dettagli dell’operazione verranno resi noti questo pomeriggio, nel corso della conferenza stampa congiunta tra Lady B e Tim Clark, presidente di Emirates Airlines, che si terrà presso Casa Milan.

Milan, calciomercato e nuovo stadio

Il ricco rinnovo con Fly Emirates potrebbe portare novità anche su altri due fronti che stanno particolarmente a cuore alla società e alla sua tifoseria: quello dello stadio di proprietà e quello del calciomercato. Non è escluso, infatti, che l’accordo possa contenere un principio di intesa per la costruzione del nuovo impianto rossonero, con la compagnia di Dubai che potrebbe configurarsi come main partner dell’operazione, in cambio naturalmente dei diritti sul nome dello stadio stesso. Secondo QS, l’area individuata è quella dell’ex Dogana di via Valtellina: Hines, colosso texano dell’immobile che si è assicurato l’appalto di riqualificazione, avrebbe già preso contatti con Barbara Berlusconi, forte del legame tra il suo numero uno, Manfredi Catella, e Silvio Berlusconi, con cui era in affari negli anni Ottanta. Un progetto, pare, da 150 milioni di euro. E anche dal punto di vista del mercato in entrata potrebbero esserci novità importanti a partire da gennaio: se il Milan dovesse riuscire a mantenersi a ridosso della terza posizione (quella che farebbe scattare il bonus di 2 milioni da Emirates, senza contare la trentina di milioni dell’UEFA), allora Galliani potrebbe regalare a Inzaghi il terzino sinistro e il centrocampista di qualità che sembrano indispensabili al suo progetto. I nomi caldi sono quelli di Davide Santon e Marcelo Brozovic.