Insostituibile tra i pali rossoneri, Gigi Donnarumma diventerà maggiorenne il prossimo 25 febbraio. Il Milan vuole blindarlo per i prossimi 5 anni, ma attenzione al suo agente Raiola.

OBIETTIVI

Il procuratore italo-olandese intende attendere il closing per conoscere se le ambizioni del club rispecchieranno quelle del suo assistito. Raiola ritiene competitivo il Milan del futuro ed infatti ha acconsentito al rinnovo di Bonaventura, ma con Donnarumma preferisce tenere il profilo basso. Galliani ha un buonissimo rapporto con lui, ma non può anche essere garante dell’eventuale nuova proprietà. Già attivi i cinesi, che considerano il giocatore uno degli imprescindibili del Milan che verrà. Nelle settimane immediatamente successive al closing Fassone avrà colloqui prima con Galliani e poi con Raiola.

GIORNI DECISIVI

Sino Europe ha tutta l’intenzione che il rinnovo avvenga in tempi brevi. Fase cruciale sarà tra fine febbraio e inizio marzo: il 25 febbraio Gigio compirà diciotto anni, il 28 febbraio sono attese le autorizzazioni del governo cinese all’esportazione dei capitali e il 3 marzo, giusto in tempo per completare il procedimento, è programmato il closing. Trattativa per il rinnovo che partirà laddove il Milan cambierà proprietà, con significativo aumento di ingaggio. Raiola valuta lo stipendio in proporzione al valore sul mercato del giocatore, ma andare oltre certe cifre non converrebbe dato anche l’attuale scadenza contrattuale, fissata a giugno 2018.

PLIZZARI

Secondo la Gazzetta dello Sport, in caso di buon esito con Donnarumma sarà il classe 2000 Alessandro Plizzari (anch’egli sotto contratto fino al 2018) a chiedere di essere ceduto. Sulle sue tracce c’è da tempo il Manchester City, i cui osservatori ne sono rimasti favorevolmente colpiti la scorsa estate. I Citizens hanno presentato subito un’offerta al Milan per il cartellino dell’estremo difensore sulla base di 2 milioni di euro. Secco il rifiuto dato da Galliani, estimatore del ragazzo, ma nel futuro nulla è scontato.