Finalmente una buona notizia per il Milan, che sta trattando la risoluzione del contratto che lega l’ex tecnico Sinisa Mihajlovic, ormai prossimo alla panchina del Torino. Così facendo, ovviamente, il bilancio del club rossonero andrebbe ad alleggerirsi di un peso non di poco conto, con il serbo che andrebbe a prendere il posto, sulla sponda granata di Torino, di quel Giampiero Ventura prossimo allenatore della nazionale italiana di calcio al posto del dimissionario commissario tecnico Antonio Conte.

Lasciarsi per, probabilmente, non ritrovarsi mai più. A meno di un mese dall’esonero, dunque, il Milan e Mihajlovic lavorano alla separazione consensuale del contratto in scadenza il 30 giugno 2017. Il serbo avrebbe già trovato un accordo di massima con la società rossonera che lo ha esonerato lo scorso 12 aprile, affidando la squadra a Cristian Brocchi. Per l’addio ufficiale manca ancora la firma, ma è questione di ore.

Mihajlovic avrebbe già chiesto al Torino la permanenza di Maksimovic, che il tecnico iniziò ad apprezzare ai tempi della nazionale serba. La scorsa estate, il Napoli era arrivato ad offrire per il difensore 20 milioni di euro, ma Urbano Cairo resistette. Bisogna vedere come renderà ora, che è reduce da una stagione in chiaroscuro a causa anche di un infortunio che lo ha costretto ai box per sei mesi.