Milan-Chelsea 1-3 nell’ultima partita di International Champions Cup 2016. I rossoneri, pur cedendo nel finale, non sono dispiaciuti. Montella, forse esagerando, ha parlato di “miglior partita del porecampionato”.

La gara si è disputata in una cornice suggestiva. 65mila spettatori accorsi all’Us Bank Stadium, in occasione del vernissage del nuovo avveniristico impianto costato più di un miliardo di dollari, che sarà la casa dei Minnesota Vikings e che nel 2018 ospiterà il Super Bowl.

Il Milan ha schierato davanti a Donnarumma una difesa composta da Abate e Calabria esterni con Paletta e Romagnoli centrali. A centrocampo Poli, Kucka e Bonaventura col trio d’attacco composto da Suso, Luiz Adriano e Niang.

Il Chelsea di Conte ha risposto con un audace 4-2-4, con Willian, Traoré, Diego Costa e Moses in attacco.

Dopo un buon avvio (occasioni per Abate e Luiz Adriano), i rossoneri cedono al 24′. Tiro di Moses otimamente respinto da Donnarumma e Romagnoli poco reattivo sul tap in vincente di testa di Traoré. Dopo il black out i rossoneri hanno ripreso a giocare. Giusto il iari al 38′ con una bella punizione di Jack Bonaventura.

Negli ultimi venti minuti il Milan frena ancora ed il Chelsea ne approfitta. Poli allarga un braccio in area di rigore e dagli undici metri Oscar è implacabile. Lo stesso brasiliano chiude i conti a tre minuti dalla fine su assist di Cuadrado.

I rossoneri torneranno in Italia dopo tre voli (Minneapolis-Chicago, Chicago-Francoforte, Francoforte-Milano Malpensa). Arrivo previsto alle 18 di domani. 36 ore di libertà, poi ritorno a Milanello programmato per domenica sera. Il Milan è atteso da altri due appuntamenti precampionato. Il trofeo tim e l’amichevole di Friburgo.