Mattinata campale per Silvio Berlusconi. Il presidente rossonero si è spostato a Lugano, dove questa mattina ha incontrato Bee Taechaubol, con il quale prosegue la trattativa per la cessione del 48% del pacchetto azionario dell’ Ac Milan.

La scelta di Berlusconi alla fine è caduta su mister Bee grazie ai suoi stretti contatti, politici e imprenditoriali, in Asia. Influenze che, oltre ai 500 milioni di euro per quasi mezzo Milan, potrebbero portare notevoli introiti nelle casse rossonere.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, a Bee Taechaubol è stato anche dato il mandato per mettere in atto nuove strategie di marketing: nche sotto questoaspetto il tycoon thailandese si è lasciato preferire alle due cordate cinesi che pure erano interessate al Diavolo.

La stoccata alla Juve

Dopo l’incontro con Mister Bee, Silvio Berlusconi ha rilasciato alcune dichiarazioni alla tv svizzera Rsi, in cui ha colto l’occasione per pizzicare la Vecchia Signora del calcio italiano.

“Il Milan tornerà grande. Riusciremo a tornare in Europa e vincenti. Il calcio è fatto di cicli, questo ci ha visti in difficoltà, ma è anche vero che l’ultimo scudetto è di appena cinque anni fa”.

Poi la staffilata alla Juventus: “Con me il Milan ha vinto cinque Coppe dei Campioni, la Juventus ha disputato cinque finali e ne ha perse quattro”.

Parole che sembrano quasi una risposta, indiretta, alle parole di Andrea Agnelli, che nella conferenza stampa di stamattina ha dichiarato di non vedere ‘la quadra’ nelle cifre che gironzolano intorno alla trattativa tra mister B. e mister Bee.


Agnelli, ironia sulla valutazione del Milan

Il Milan ha dichiarato di avere aperto un dialogo formale con gli investitori asiatici, certo, però, che quando vedo quelle cifre astronomiche stento a crederci e francamente non ne trovo la quadra“.

Calciomercato: Dani Alves

Intanto, quadra o meno, il Milan sogna l’approdo alla corte di Sinisa Mihajlovic di un fresco campione d’Europa: Dani Alves ormai in rotta di collisione con il Barcellona.

I blaugrana hanno proposto all’esterno brasiliano un rinnovo contrattuale considerato quasi una offesa da Alves, che ha così decisodiliberarsi a parametro zero.

Calciomercato Milan, Martinez e Brahimi: Galliani vede il Porto

Sarebbe un vero affare, considerata la bravura e l’esperienza internazionale. Kondogbia è un altro obiettivo, ma c’è da vicnere una agguerrita concorrenza, di cui fa parte anche la cuginanza interista.

Ibrahimovic potrebbe muoversi dal Paris Saint-Germain ed allora il Milan potrebbe approfittarne, anche perché, così come ha detto il suo procuratore, Mino Raiola, “ciascuno è libero di sognare”. Brahimi del Porto è un altro obiettivo rossonero.