Certi amori non finiscono mai. Quello tra il Milan e Silvio Berlusconi è acceso come nei giorni migliori e per questo l’ex presidente rossonero soffre del deludente avvio di stagione.

Berlusconi: “Preferivo Brocchi”

Professor Berlusconi mette parecchi ‘alunni’ dietro la lavagna. Uno su tutti il tecnico Vincenzo Montella: “Volevo che sulla panchina restasse Brocchi avrebbe rivelato al Corriere della Sera. “Ma ero in un letto d’ospedale, tra la vita e la morte. E mi dissero Montella”. Il quotidiano ha intrattenuto un lungo dialogo con Berlusconi sul momento attraversato dal Milan. Un tema a lui sempre caro, ma verso il quale preferisce limitare al minimo esternazioni pubbliche, in segno di rispetto alla nuova proprietà cinese.

Perplessità sulle scelte tecniche

La passione per i colori rossoneri resta comunque forte. Ed il giudizio sul Milan non è positivo, che in queste prime giornate viaggia sulle stesse medie dello scorso anno. Un flop insomma, dettato secondo Berlusconi dalle scelte poco oculate di Montella. “Spiegatemi come possono finire spesso in panchina Suso e Bonaventura, che sono poi i due calciatori tecnicamente più dotati”, il commento che avrebbe rilasciato al Corriere. Avrebbe inoltre confidato come, di fronte ai suoi consigli, l’attuale tecnico rispondeva: “Sì presidente, ma la formazione la faccio io”.

Sbagliato Bonucci capitano

Critiche che però vanno oltre Montella. Il dispendioso mercato in estate ha lasciato più di qualche dubbio: “Non si era mai visto in una squadra il cambio di undici giocatori. Con tutti quei soldi, non si poteva acquistare un top player?”. Inammissibile affidare la fascia di capitano a Leonardo Bonucci: “È stata data la fascia da capitano a un calciatore che è stato per anni la bandiera della Juventus, spiega Berlusconi che ha pure una buona opinione verso l’uomo e il calciatore.