Negli affari del Diavolo, è noto, spuntano sempre le corna e dopo l’aggiudicazione a suon di milioni da parte dell’AC Milan della riqualificazione dei padiglioni 1 e 2 di Fondazione Fiera si prevede già una battaglia politica in itinere per il progetto del nuovo stadio nella quale gli oppositori del progetto rappresentati dal Codacons insieme al comitato No stadio al Portello (già espressisi in merito, in seguito all’aggiudicazione del lotto, rilevando le “troppe criticità” del sito) annunciano un esposto alla magistratura e una diffida al sindaco Pisapia).

Proprio Pisapia, intercettato sulle pagine di Repubblica ha sottolineato l’importanza del progetto e il fatto che sarà doveroso affrontare tutte le difficoltà del caso, non ultima il fronte d’opposizione: “Lo stadio al Portello è un tema da approfondire senza pregiudizi, sapendo che la città è divisa, che il consiglio comunale, a quanto ho letto, anche è diviso in maniera trasversale, e quindi sarà una bella sfida da affrontare“. Per il sindaco dunque: “inizia un percorso in cui bisogna verificare la compatibilità ambientale, la sicurezza, il tema della viabilità: è una novità perché era abbastanza inaspettato. Ne prendiamo atto, non conosciamo ancora il progetto definitivo che dovrà essere valutato dalla giunta e dall’aula“.

Mentre si sta ancora lavorando al progetto (già in essere ma in via di definizione) che dovrà essere presentato per una sua prima valutazione, si raduna un altro nutrito gruppo di oppositori costituito da Sel e alcuni membri del Pd, come il consigliere comunale Carlo Monguzzi, e il partito Radicale che appoggia l’annuncio del Codacons di effettuare un esposto alla Corte dei Conti sul danno erariale inferto dal Comune di Milano per il mancato sfruttamento di San Siro per il quale ora l’amministrazione comunale dorvà sondare le intenzioni di investimento dell’Inter. Il M5S milanese e lombardo ha sentenziato “progetto aberrante” mentre l’atteggiamento del Pd è momentaneamente più cauto e attendista con il segretario milanese Bussolati che aspetta la presentazione del progetto prima di esprimersi.