La Sampdoria di Sinisa Mihajlovic sta lottando per conquistarsi l’accesso all’Europa League e dista solo quattro punti dall’attuale zona Champions League. Una squadra che porta in campo la stessa grinta del suo tecnico, ed è proprio lui, in una recente intervista al Corriere dello Sport, a svelare le sue ambizioni.

L’allenatore blucerchiato si candida in maniera nemmeno troppo velata alla guida della Roma per il prossimo anno, entrando in tackle scivolato sull’attuale crisi che sta facendo scricchiolare il rapporto fra Garcia e il club giallorosso: : “Sono ambizioso e punto ad una big. Ho avuto proposte dall’estero, ma vorrei rimanere in Italia. Dell’interesse del Milan non so nulla, mentre sulla Roma ho cambiato idea. Qualche anno fa la risposta sarebbe stata no. Poi nella vita si cambia e si ragiona in maniera diversa. Oggi non ho nemici”

Il mister della Sampdoria spende parole al miele anche per Mario Balotelli, il cui nome è stato spesso avvicinato al club blucerchiato nel mercato di gennaio: “A me piace allenare i grandi giocatori e lo allenerei volentieri. Deve essere intelligente e capire che i momenti belli della vita e gli anni passano. Lui ne sta sprecando troppi. Comunque se Ferrero me lo proponesse gli direi sì”.

Nonostante l’attestato di stima di Mihajlovic nei confronti della Roma, il tecnico serbo continua ad essere in ottimi rapporti con la dirigenza della Sampdoria e con il suo istrionico presidente: “E’ un presidente che mi dà molta fiducia, che mi tiene partecipe di tutto e che non si intromette nelle mie scelte, cosa che non gradirei. Ci sono stati motivi di scontro, ma sempre in maniera costruttiva e rispettosa. Lui piace alla gente e fa bene al calcio italiano perché porta allegria in un mondo ingessato”