Michelangelo Tentori è uno dei giovani sciatori italiani più promettenti di tutto il panorama del nostro paese. Tesserato per lo Sci Club Lecco, la sua grande aspirazione è quella di poter disputare, prima o poi, una gara di Coppa del Mondo, visto che al momento è impegnato solo in Coppa Europa.

Michelangelo ha già conquistato 3 medaglie alle Universiadi Granada 2015 (oro in SuperG e in Slalom Gigante, bronzo nella graduatoria finale assoluta)ed è campione italiano della Super Combinata. Attualmente partecipa alle gare di Coppa Europa nella Squadra Senior dello Sci Club Lecco, ma fa parte della Squadra Interesse Nazionale della Federazione Italiana Sport Invernali (FISI). Attualmente è 7° tra i 21 italiani che gareggiano nella Coppa Europa e 53° nella classifica generale.

Leonardo.it lo ha intervistato in esclusiva per parlare di tutto: dei suoi sogni, delle sue paure e della sua voglia di crescere. Partendo, però, dal suo rapporto con Subito, l’azienda di compravendita online che ha deciso di sostenere la squadra agonistica di Sci Club Lecco ASD: “Il rapporto con Subito è nato da poco – esordisce Michelangelo Tentori – alla fine della scorsa stagione ne abbiamo discusso e abbiato trovato subito un’intesa. I miei obiettivi immediati e futuri sono quelli di realizzare un po’ questo sogno che ho, di sciare ad alto livello; e l’azienda mi ha dato la possibilità di poter coltivare questo sogno in modo tale che un domani, non troppo lontano, io possa ottenere quello che vogliono, ovvero risultati positivi ed un esordio in Coppa del Mondo”.

Cosa ne pensi delle aziende che spesso sono vicine a talenti sportivi, soprattutto in alcuni ambiti come lo sci?
“E’ fondamentale, purtroppo o per fortuna. Il mondo dello sci, poi, è ancora più compless. Perché è uno sport individuale, dove sei da solo ad affrontare una discesa. Tutto dipende da te, nel bene e nel male. E avere aziende che ti aiutano a crescere diventa quasi imprescindibile”.

Non abbandonare mai i desideri e seguire le proprie ambizioni, la base per uno sportivo ma anche un bel messaggio da lanciare a tutti i giovani…
“Assolutamente. Io la mia avventura la sto portando avanti con passione ed impegno; ho avuto delle difficoltà ed inoltre sono anche arrivato abbastanza tardi a questo traguardo, perché a 24 anni per lo sci sei un po’ in là con l’età… ma quello di perseguire le proprie passioni deve essere un messaggio forte, non bisogna mai mollare e avere sempre voglia di realizzare qualcosa di importante, cercando di arrivare a quello che si vuole nonostante gli ostacoli”.

Dunque, quale obiettivo stagione per Michelangelo Tentori?
“L’obiettivo è confermarmi tra i primi 10 in Gigante e tra i primi 20 in SuperG in Coppa Europa, per avere una chance di esordire per la prima volta in una gara di Coppa Del Mondo. Quest’anno sto sciando divertendomi come la stagione scorsa, che è il modo migliore per essere competitivo e ottenere buoni risultati. Ovviamente è inutile dirlo, quando partecipi è perché cerchi di vincere ogni gara. Comunque per me è il primo anno vero, ma non per questo non penso ad alti traguardi”.

Parlaci un po’ dello Sci Club Lecco
“Ormai sono sette anni che gareggio con loro, a parte una parentesi di due con la Polizia di stato; mi hanno sempre dato grande appoggio e devo ammettere che siamo andati oltre l’ambito sportivo, qui si parla di rapporti umani. Si è creato un legame di fiducia reciproca. Lo Sci Club Lecco non ha nulla da invidiare a strutture di caratura nazionale o a corpi militari”.

Ma chi è Michelangelo Tentori veramente?
“Bella domanda (ride, ndA). Onestamente penso di essere un ragazzo solare, socievole, simpatico, che si arrabbia quando le cose non vanno come devono andare; il mio impegno è sempre massimo, anche perché ha coinvolto le persone a me vicine che, come me, hanno fatto sacrifici. Quindi quando sbaglio una gara mi da fastidio, ma ormai ho imparato che una gara può andare male, ma alla fine devi sorridere senza drammatizzare; l’importante è capire gli errori che fai per non ripeterli. Sono un buon lavoratore, ma devo migliorare nello studio (Michelangelo Tentori è iscritto alla facoltà di Psicologia dell’Università Bicocca di Milano): se mettessi solo l’80% dell’impegno che di solito metto nello sci sarebbe il massimo. E farei contenta la mamma, che mi sprona sempre dal lato scolastico e mi tiene un po’ sotto pressione”.

E cosa farà da grande Michelangelo Tentori?
“Se riesco vorrei diventare a tutti gli effetti un atleta professionista e fare quello che mi sto divertendo a fare ora, tramutandolo però nel mio lavoro; se però non sarà così, allora vorrà dire che ci dedicheremo anima e cuore a finire gli studi. Mi affascina la figura del mental trainer, penso che oggi sia fondamentale per un atleta. Ma prima, come detto, non lascio nulla di intentato: voglio diventare un grande atleta ed esordire anche in Coppa del Mondo”.