Serata amara per il povero Fabrizio Miccoli. Il suo Birkirkara va fuori dall’Europa League, eliminato dal West Ham ai rigori, e Noble, difensore degli inglesi, al culmine di un battibecco gli dà del ciccione.

Eppure la partita era iniziata nel migliore dei modi per i maltesi. Proprio Miccoli, infatti, va a segno dopo appena 15′, sfruttando un cross basso del compagno di squadra Liliu. Il suo gol pareggia la sconfitta dell’andata (Hammers in rete con Tomkins).

L’ex attaccante di Juventus, Fiorentina e Palermo entra spesso in rotta di collisione con il difensore Mark Noble, 28enne bandiera del club londinese.

Uno dei ‘collqui’ fra i due è particolarmente rovente. Noble dà del ciccione all’attaccante, accompagnando, a scanso di equivoci, le parole con una mimica eloquente.

La partita, però, sembra scorrere sui binari favorevoli ai maltesi, allenati da Giovanni tedesco. Al 45′ il West ham perdono proprio Tomkins,espulso per una scorrettezza ai danni di Fenech.

Il Birkirkara ha dunque a disposizione tutto il secondo tempo, da affrontare in superiorità numerica, per vincere la gara. Un successo che avrebbe dello storico. Niente da fare però. Il West Ham sa soffrire e raggiunge il 10 contro 10 grazie all’espulsione di Mazzetti.

Si va ai calci di rigore. Fatale al volenteroso, quanto sfortunato, Birkirkara l’errore dagli undici metri di Vukanac: sarà l’unico flop della serie. Vanno invece a segno sia Noble che l’ex Lazio Zarate.

Il West Ham approda così al terzo turno preliminare dell’Europa League, al Birkirkara resta l’amarezza per un sogno solo accarezzato, a Miccoli un gol e l’offesa di Mark Noble.