Leo Messi (foto by InfoPhoto) potrebbe andare via dal Barcellona la prossima estate. Non si tratta di speculazioni giornalistiche, ma di una frase pronunciata dalla stessa Pulce Mannara ai giornalisti poco prima dell’inizio della cerimonia per il Pallone d’Oro 2014. “Non so di preciso dove giocherò la prossima stagione“, ha detto il numero 10 blaugrana. Un’apertura all’addio dal club in cui ha sempre giocato e in cui ha vinto tutto che ha del clamoroso, soprattutto perché arriva a poche ore da uno sfogo a cuore aperto con il quale l’argentino sembrava aver messo a tacere qualunque ipotesi di separazione dalla casa madre blaugrana:

Sono stanco, in questi anni ho sentito di tutto sul mio conto. Che avevo pessimi rapporti con Guardiola, e con compagni come Ibrahimovic, Eto’o, Bojan. Che ho mandato via gente dal club. E ancora, si è detto che io comando qui, che ho chiesto la testa di Luis Enrique. Sono tutte bugie. Io non ho cacciato nessuno dal Barça, non ho nessun potere, sono solo un giocatore del Barcellona, niente di più. Non ho posto condizioni per rimanere qui perché sto bene e non ho alcuna intenzione di andarmene, né al Chelsea, né al City né da nessun’altra parte“.

Poi, la brusca inversione di marcia. Chissà se sarà l’ultima. Di certo, se Messi dovesse davvero fare le valigie la prossima estate, sarà necessario che si trovi un compratore incredibilmente facoltoso. Il tabloid inglese Sun, infatti, solo qualche giorno fa si è preso la briga di stimare l’investimento necessario per acquistare la Pulga: 500 milioni di sterline tra cartellino e ingaggio, più o meno 640 milioni di euro. Poco meno del doppio del PIL annuale della Lombardia.