Lionel Messi è finito ancora ko. Un nuovo infortunio per il fuoriclasse argentino del Barcellona, stavolta alle prese con una lesione all’adduttore destro.

Il blaugrana sarà costretto a restare fermo per tre settimane ed a saltare dunque le sfide con Sporting Gijon, Celta Vigo e il Moenchengladbach in Champions League più gli impegni con la Nazionale Albiceleste contro Perù e Venezuela per le qualificazioni ai Mondiali 2018.

Si tratta del secondo stop nel giro di poche settimane. Ad inizio mese Messi fu costretto a fermarsi per colpa della pubalgia. Il Barcellona, intanto, sta dimostrando di non riuscire a sopperire alle assenze del numero 10.

La sconfitta a sorpresa contro l’Alaves arrivò proprio con il fenomeno sudamericano in panchina, entrato in campo a cose ormai compromesse.

Il Barcellona, sempre senza Lionel, ha poi pareggiato 1-1 contro l’Atletico Madrid, senza approfittare dello stop del Real Madrid, che resta a +3.

Luis Enrique ha definito l’infortunio come un episodio che ha generato una “perdita per il calcio, ora lavorerò valorizzando al meglio la rosa a disposizione”.

L’ex Roma spera che le cose si mettano come l’anno scorso, quando ad inizio stagione il Barça privo di Messi fu capace di vincere sempre al netto di una sconfitta col Siviglia (alla prima senza Lionel) ed un pari per 0-0 in Coppa del Re.