Il Torino sta aspettando il “sì” di Adem Ljajic, ma il nuovo Milan di Montella incalza e i granata rischiano la beffa dell’ultimo minuto. La società di Urbano Cairo aveva già trovato un’intesa economica con la Roma nei giorni scorsi che si aggira intorno ai 7 milioni di euro per il cartellino del giocatore, che sembrava essersi convinto della bontà del progetto granata. Questo almeno finché non è comparsa l’ombra del Milan, che nonostante le difficoltà registrate negli ultimi anni, esercita sempre un grande fascino verso qualsiasi calciatore.

Il problema della società rossonera, però, è che non potrebbe chiudere l’affare immediatamente: troppi attaccanti in rosa, prima bisogna sfoltire il reparto e poi, eventualmente, si potrà pensare a rinforzare la squadra con nomi nuovi. Montella avrebbe dunque chiesto a Ljiajic di pazientare un po’ e il giocatore pare non avere problemi in questo senso. Il nuovo tecnico del Milan ha già allenato l’esterno d’attaco serbo quando entrambi erano alla Fiorentina: l’ex aeroplanino dunque conosce bene il valore del calciatore ed è convinto che possa dare una grande mano nella rifondazione della società rossonera, alzando il tasso tecnico del reparto offensivo. Ljajic, dal canto suo, vorrebbe prendersi una rivincita anche sull’Inter: il ragazzo sperava di essere riscattato dal club nerazzurro, dove ha militato in prestito durante tutta la passata stagione, collezionando un totale di 28 presenze con soli 4 gol all’attivo. Il club nerazzurro ha preferito dunque non esercitare il diritto di riscatto ed è stato rispedito al mittente senza tanti complimenti. Il serbo ha così deciso di rimanere a Milano, stavolta sponda rossonera. La trattativa non sarà facile, proprio in virtù dell’accordo che Torino e Roma avevano sostanzialmente già definito nei giorni scorsi. Sarà dunque decisiva la volontà del calciatore.

Nel frattempo Montella ha già iniziato a disegnare il Milan della prossima stagione. Dopo l’attacco, è arrivato il momento di pensare anche al centrocampo: piacciono molto Fernando, che il tecnico ha avuto con sé alla Sampdoria nella passata stagione e Paredes, giocatore di proprietà della Roma che nell’ultimo anno ha militato nelle fila dell’Empoli. Tra i nomi accostati al Milan, segnaliamo anche quello del polacco Zielinski dell’Udinese. Dopo essere stato vicino a Napoli e Liverpool, ora sembrerebbe essere entrato prepotentemente in orbita rossonera.