Dopo la conferma che anche noi italiani potremo vedere in diretta Mayweather vs McGregor, acquistando il match in PPV dal sito UFC, proviamo a capire dove pende l’ago della bilancia tra i due combattenti. Sulla carta Mayweather è super favorito, ha un record di 49 vittorie e 0 sconfitte, ha una boxe elusiva che gli ha sempre permesso di limitare i danni, anche contro avversari che lo superavano per forza fisica e aggressività, è estremamente tecnico e, pur non avendo knockout power (anche se 26 vittorie sono arrivate per KO), è in grado di colpire con precisione gli avversari vincendo i match ai punti.

Ma Conor McGregor è un altro tipo di avversario rispetto a tutti gli altri pugili che lo hanno sfidato e ci sono almeno 5 motivi per cui l’irlandese potrebbe portare a casa uno dei più grossi “upset” della storia del pugilato e degli sport da combattimento in generale.

Vediamo nel dettaglio quali sono i cinque aspetti che, a nostro avviso, potrebbero consentire a Conor McGregor di battere Floyd Mayweather:

1) Conor McGregor è un avversario più pesante di Mayweather. L’incontro di sabato 26 agosto si disputerà a 154-pound (69 kg circa), ma sappiamo che il peso “naturale” dell’irlandese si attesta sulle 170 libbre, circa 77kg e che Conor taglia quindi molto peso.

2) Il match si disputerà con guanti da 8 oz e non con quelli più grandi da 10 oz. Sicuramente l’impatto dei colpi non è paragonabile a quello che si ottiene con guantini da 4 oz con cui combatte McGregor in UFC, ma per l’irlandese questa scelta potrebbe rivelarsi un vantaggio non da poco nel caso dovesse riuscire a colpire al mento Mayweather.

3) McGregor è mancino. Storicamente Mayweather ha avuto sempre problemi nell’affrontare pugili con guardia southpaw e con l’irlandese questa sua “debolezza” potrebbe rivelarsi letale.

4) Conor McGregor ha un knockout power devastante. Ha spesso concluso i suoi match con dei KO spettacolari, mandando al tappeto campioni di MMA del calibro di Jose Aldo o Eddie Alvarez facendo esplodere il suo sinistro. Se Mayweather dovesse decidere di scambiare a viso aperto con l’irlandese, attuando come ha detto più volte una strategia più aggressiva del solito, potrebbe ritrovarsi a tappeto.

5) Conor McGregor ha una elevatissima capacità di assorbire colpi e rimanere comunque nel match, continuando a tenere alta la pressione sugli avversari. Chi segue le MMA sa quanti colpi abbia preso da Chad Mendes o da Nate Diaz (unico avversario ad averlo battuto in UFC) ma di come sia capace di incassare e reagire, anche in situazioni di grossa difficoltà.

Ci sarebbe anche da dire che a favore di The Notorious c’è anche il fattore età, 29 anni per l’irlandese contro i 40 di Money Mayweather, ma non dovrebbe rivelarsi un fattore decisivo né per l’uno, né per l’altro pugile, anzi la giovane età di Conor potrebbe giocare a suo sfavore contro un avversario così esperto.

McGregor riuscirà davvero a battere Mayweather? John Kavanagh, allenatore di McGregor ne è sicuro, al sesto round il suo pupillo alzerà i guanti in segno di vittoria. I bookmaker invece danno ancora come favorito Mayweather. La risposta si avrà solo sabato notte alla T-Mobile Arena di Las Vegas.