Mattia Destro ed il desiderio di ritornare in Nazionale, confessato al termine della vittoriosa gara contro il Napoli di cui l’ex Roma è stato il principale artefice.

Destro non veste l’azzurro dal 18 novembre 2014, giorno in cui si giocò il match amichevole fra l’Italia di Antonio Conte e l’Albania. La partita si giocò a Genova e segnò l’ottava presenza in Nazionale del figlio d’arte (suo padre Flavio fu calciatore in Inter ed Ascoli).

Ieri la doppietta al Napoli, due settimane prima il gol alla Roma con tanto di esultanza rabbiosa. Destro ha voglia di azzurro? “E’ natuale pensarci. Ogni attaccante lo fa, ma in questo momento devo concentrarmi sul Bologna. Di certo il ritorno in Nazionale è un mio obiettivo e ce la mettero tutta per raggiungerlo”, le parole del centravanti rossoblù.

Dopo i gol al Napoli non è mancato chi ha paragonato Destro ad Higuain: “Non scherziamo. L’argentino ègià un campione.Io ho ancora tanto da lavorare. In campo sto dando sempre il massimo perché abbiamo un obiettivo importante da raggiungere”.

Destro ha storto il naso di fronte al modo in cui il Bologna ha gestito il triplo vantaggio contro i partenopei. “Abbiamo giocato bene per 80′, ma in una partita di minuti ce ne sono 90′. Alla fine abbiamo sofferto in maniera incredibile, abbiamo avuto un calo, sbagliando perché sul 3-0 a favore non si può soffrire così”.

Destro è al quarto gol in campionato. Uno dei quattro lo ha realizzato alla sua ex squadra, la Roma. Un rigore trasformato a cui ha fatto una esultanza veeente. “Non volevo offendere nessuno con quel gesto. Ho scaricato la rabbia perché in settimana mi ero fatto male e rischiavo di non giocare una partita a cui tenevo particolarmente.Mi dispiace che ci sia stato qualcuno che se l sia presa”.