Match for Expo doveva essere una grande festa. E grande festa è stata. Soprattutto per Javier Zanetti, 858 partite in nerazzurro, protagonista di un ritorno in grande calcio a San Siro. Più che un ritorno, un ritrovo tra vecchi (ma non troppo) amici per dare lustro a Expo 2015, di cui è ambasciatore ma soprattutto per fare beneficenza raccogliendo soldi per la sua Fondazione Pupi e per le popolazioni del Nepal. Nel frattempo “El Tractor” ha preso in consegna per sempre la maglia numero 4 dell’Inter davanti ai suoi tifosi. E di tifosi al Meazza ce n’erano tanti: oltre 30.000 gli spettatori del Match for Expo, preceduto da una gara di esibizione della Junior Tim Cup tra bambini di due oratori milanesi.

La partita è scandita dai cori della Curva Nord e vede protagonisti anche gli sponsor Pirelli e Alfa Romeo. La squadra Pupi, allenata da Walter Zenga con Zanetti capitano, sfidava i rossi Expo, con Demetrio Albertini allenatore e la fascia al braccio di Andrij Shevchenko. Il successo è dei rossi (6-4) ma la serata è indimenticabile per tutti i nerazzurri e gli appassionati che hanno rivisto in campo loro beniamini in una grande festa di sport: da Stankovic a Ruben Sosa, passando per Zamorano, Figo e Cordoba mentre sponda rossonera troviamo Boban, Nesta, Costacurta, Serginho, Seedorf e Ambrosini. Il gol da incorniciare, e non poteva non essere così, lo firma Zanetti con una galoppata delle sue al minuto 66, siglando il provvisorio 2-3 per il Pupi Team. Degna conclusione di una carriera da sogno.

Match for Expo, il tabellino

TEAM PUPI (4-4-2): Abbiati; Cafu, Cordoba, Samuel, Chivu; Zanetti, Stankovic, Cambiasso, Serginho; Icardi, Zamorano. All.: Zenga

TEAM EXPO (4-4-2): Toldo; Burdisso, Costacurta, Nesta, P. Cannavaro; Figo, Ambrosini, Seedorf, Shevchenko; Inzaghi, Vieri. All.: Albertini

MARCATORI: 13′ Icardi (TP), 45′ rig. Shevchenko (TE), 46′ Leonardo (TE), 53′ Eto’o (TE), 66′ Zanetti (TP), 72′ Eto’o (TE), 74′ rig. Zamorano (TP), 79′ Crespo (TE), 85′ Palacio (TP), 91′ Crespo (TE)