Nessun rimpianto per Andreas Seppi, eliminato da un Nadal troppo forte; molti, invece, per Fabio Fognini, che fino al 7-5, 3-3 (e 6 palle break non trasformate) sembra padrone del match degli ottavi contro Tsonga, prima di arrendersi a una chiamata arbitrale (effettivamente) sbagliata, al nervosismo, ai suoi fantasmi, perdere il secondo set e regalare l’ultimo senza combattere. Un peccato gigantesco.

Con grande amarezza e a testa china, Fognini, dunque, è stato eliminato dal Monte Carlo Rolex Masters, il primo Masters 1000 della stagione su terra battuta, di scena sui campi dello splendido Country Club del Principato di Monaco con un montepremi di quasi 3 milioni di euro. Il tennista ligure è uscito dal campo sconfitto e purtroppo fischiato, al termine di una partita che è stato a un passo dal vincere: negli ottavi dell’importante appuntamento monegasco, Jo Wilfried Tsonga ha rimontato e infine dominato “Fogna” col punteggio di 5-7, 6-3, 6-0.

Un peccato, un’occasione persa: per oltre metà partita, il tennista di Arma di Taggia è stato nettamente superiore al suo avversario, conquistando diverse occasioni per vincere l’incontro. Dopo aver chiuso il primo set alla seconda opportunità (ha servito per il parziale anche sul 5-4, sprecando due set point) e al quarto set point, Fabio ha continuato a mettere in difficoltà uno Tsonga apparentemente alle corde. Fognini ha mancato due palle break sul due pari e ben quattro sul 3 pari. Purtroppo proprio il settimo gioco ha fatto cambiare direzione alla partita. Nel game successivo, infatti, Fabio avrebbe perso la battuta dando il là ad un parziale disastroso di 23 punti a 2 in favore del francese. La partita è finita lì, con Fognini assente ingiustificato – dopo una lunga discussione con l’arbitro e un’altra con il suo team – per tutto il terzo parziale. Il 26enne ligure, testa di serie numero 10, difendeva i punti della semifinale conquistata qui lo scorso anno.

In conferenza Stampa, più tardi, arrivano le scuse di Fognini: “Ho perso la testa, il giudice di linea ha condizionato il secondo set e rovinato la partita. In quel momento vedevo nero, mi sono sfogato con il mio angolo, ce l’avevo un po’ con tutti, con mio padre e con il mio allenatore. Dagli errori si impara, non sono né il primo né l’ultimo a cui capita una cosa simile. E’ successo anche Murray. Chi mi conosce sa chi è il vero Fognini“.

Subito dopo Andreas Seppi ha dovuto cedere a un ottimo Rafael Nadal, numero uno del mondo e otto volte campione di questo torneo. Il mancino spagnolo ha vinto per 6-1, 6-3, centrando la sua 300esima vittoria in carriera su terra battuta. Dopo un primo set completamente a senso unico, il secondo parziale è stato ravvivato dal controbreak di Andreas, che dal 4-1 ha recuperato fino al 4-3. Purtroppo però Rafa non ha concesso ulteriori chance al tennista azzurro, che dopo un’ora e 13 minuti ha visto chiudersi il suo torneo, comunque ottimo.

TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA

TABELLONE DEL TORNEO

RISULTATI (italiani):
“Monte Carlo Rolex Masters”
ATP World Tour Masters 1000
Monte Carlo, Principato di Monaco
12 – 20 aprile, 2014
€ 2.884.675 – terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) b. (13) Mikhail Youzhny (RUS) 6-3, 7-6 (4)
Philipp Kohlschreiber (GER) b. (wc) Simone Bolelli (ITA) 63 64
(10) Fabio Fognini (ITA) b. Joao Sousa (POR) 57 75 64

Secondo turno
(10) Fabio Fognini (ITA) b. Roberto Bautista Agut (ESP) 7-6, 6-4

Andreas Seppi (ITA) b. Pablo Andujar (ESP) 7-6, 5-7, 6-4.

Terzo turno
(1) Rafael Nadal (ESP) b. Andreas Seppi (ITA) 6-1, 6-3
(9) Jo-Wilfried Tsonga (FRA) b. (10) Fabio Fognini (ITA) 5-7, 6-3, 6-0.