Forse aveva ragione lui nel dire che fa sempre “fatica a passare dal cemento alla terra rossa“, anche se, onestamente, problemi non ne avevamo notati, finora…. Comunque. Ecco la grande orpresa al Masters 1000 di Montecarlo: fuori nei quarti Rafael Nadal, numero uno del mondo e otto volte campione di questo torneo. Il mancino spagnolo è stato sconfitto dal connazionale David Ferrer in due set: 7-6 (1), 6-4.

E dire che il valenciano non batteva Rafa su terra rossa dal primo dei loro ventisei precedenti (21-5 a favore di Rafa), Stoccarda 2004: dopo otto titoli e nove finali consecutive nel Principato dal 2005, il regno rosso di Nadal accusa un ko al primo Masters 1000 di superficie, prima di Barcellona, Madrid, Roma e soprattutto Roland Garros.

È l’equilibrio del primo set, vicino all’ora e mezza di gioco, l’immediato sentore delle inattese esitazioni di Rafa contro un avversario che demolì meno di un anno fa in finale al Roland Garros e che oggi invece sale subito nel punteggio con break iniziale, le sistematiche accelerazioni di dritto e un braccio di ferro da fondo campo dai risvolti più imprevisti. Nadal, che invece già all’inizio della stagione sul rosso, a Rio, faticò oltremodo per battere Mariano Andujar (cancellando 3 match-point) e Alexandr Dolgopolov in finale, è stanco, corto e falloso con 44 non forzati finali da statistica chiave.

Per Rafa un tie-break sprecato nel 1° set con tre errori gratuiti consecutivi fino a 7-1 e un secondo set ancora in risalita dal primo game: Ferrer avanti fino a 5-2 e Nadal aggrappato all’uscita lungolinea e in sostanziale barricata con la foto della partita nel settimo game, quando il valenciano chiude un bellissimo punto in dritto contropiede per il doppio break di vantaggio. David trema solo servendo la prima volta per il match, ma il bis è vincente: 7-6 (1), 6-4 in due ore e 14 minuti, Nadal non cedeva così presto a Montecarlo dal 2003 contro Coria, Ferrer centra la sua tredicesima semifinale nei Mille, terza monegasca.

Giocherà contro Stanislas Wawrinka che nel primo quarto di finale del Country Club ha eliminato Milos Raonic: un set di equilibrio e uno di netto gap di superficie, questo sì come da pronostici, per il 7-6 (5), 6-2 finale a favore del vincitore degli Australian Open.

LO SFOGO DI FABIO FOGNINI

TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA

TABELLONE DEL TORNEO

RISULTATI (italiani):
“Monte Carlo Rolex Masters”
ATP World Tour Masters 1000
Monte Carlo, Principato di Monaco
12 – 20 aprile, 2014
€ 2.884.675 – terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) b. (13) Mikhail Youzhny (RUS) 6-3, 7-6 (4)
Philipp Kohlschreiber (GER) b. (wc) Simone Bolelli (ITA) 63 64
(10) Fabio Fognini (ITA) b. Joao Sousa (POR) 57 75 64

Secondo turno
(10) Fabio Fognini (ITA) b. Roberto Bautista Agut (ESP) 7-6, 6-4

Andreas Seppi (ITA) b. Pablo Andujar (ESP) 7-6, 5-7, 6-4.

Terzo turno
(1) Rafael Nadal (ESP) b. Andreas Seppi (ITA) 6-1, 6-3
(9) Jo-Wilfried Tsonga (FRA) b. (10) Fabio Fognini (ITA) 5-7, 6-3, 6-0.