Guardo e riguardo la partita contro il Costa Rica. Non capisco, c’è qualcosa che non va. Ok, Cesare Prandelli forse non ha trovato la quadratura del cerchio, tanto che domani contro l’Uruguay è facile che manderà in campo la terza formazione diversa con il terzo modulo diverso. Però c’è un dato che mi lascia perplesso, molto perplesso. E riguarda Mario Balotelli: il centravanti azzurro non si è praticamente mosso e non ha quasi mai toccato palla. Ribadisco: sono numeri da statistica.

L’Italia si affida, dunque, ad un centravanti che non tira in porta, non entra mai in area in modo decisivo: dopo il tentato pallonetto al 32’ su assist di Pirlo, infatti, Balotelli è scomparso. Solo 12 tocchi di palla: meno di lui nessuno. Tiri in porta: zero. Assist tentati per i compagni: zero. Minuti di Balotelli in area di rigore: pochi. Strano, molto strano per un ragazzo che in carriera ha segnato tanto. E la cosa che lascia perplesso è che, finora, sembra non aver assimilato nulla dalla sua esperienza. Ha giocato per Lumezzane, Inter, Manchester City e Milan. Ha ottenuto l’argento agli Europei di Polonia-Ucraina e l’argento alla Confederations Cup 2013 e all’Europeo Under 21 del 2009. Traguardi importanti, non c’è che dire.

Ma forse, a questo punto, farebbe bene a guardare anche a cosa fanno gli altri: Cristiano Ronaldo, Messi, Falcao, Suarez e così via: gente che non cerca solo il tiro da fuori, anzi. Se può, entra in area e conclude. E cosa dire di Pazzini e Inzaghi, ad esempio, due che segnano anche con la schiena a terra o in posizioni del corpo che nessuno si sarebbe mai immaginato nemmeno di poter fare. Quindi, se vuoi, SuperMario accetta questo consiglio, che peraltro ti ha già dato Silvio Berlusconi: guarda cosa fanno i grandi goleador, quelli che trascinano le squadre. Gioca più vicino alla porta e impara da loro: perché, in fondo, c’è sempre da imparare. Anche se ti chiami Mario Balotelli. E pensi di essere il migliore.

LEGGI ANCHE

Balotelli lascia il Milan: Arsenal ormai ad un passo, il calciomercato s’infiamma

Balotelli via dal Milan: l’attaccante al Monaco

Mondiali 2014 su internet: Balotelli il Re dei Social Network