Tira una brutta aria per Mario Balotelli e non solo perché l’autunno a Liverpool non è come la primavera in California. L’ex attaccante del Milan non è ancora andato a segno nel campionato inglese – per lui solo una rete in Champions League – e nell’ultima gara, quella vinta in extremis per 3-2 contro il QPR, si è reso protagonista di un clamoroso errore a porta sguarnita quando il punteggio era ancora fermo sullo 0-0. Ecco il video:

Sia chiaro, un errore, per quanto grave, è sempre e solo un errore, non un delitto. Di gol del genere ne abbiamo visti sbagliare a chiunque. Il problema, semmai, è il momentum: Mario sta deludendo le aspettative di tutti, non solo di coloro (vedi la bandiera Jamie Carragher) che ne avevano bocciato l’acquisto dapprincipio ma anche di chi ci aveva puntato forte (il tecnico Rodgers, per esempio); svirgolare in quella maniera il più facile dei palloni, peraltro con quel solito linguaggio del corpo che tradisce mollezza e superficialità, non assomiglia esattamente alla cura. D’altra parte i numeri parlano chiaro: un gol nelle ultime 22 presenze in Premier League tra City e Liverpool, nonostante la settantina di conclusioni tentate verso la porta. Una media che sarebbe disastrosa per un qualunque rookie, figuriamoci per uno chiamato a riempire il vuoto lasciato da Luis Suarez. La stampa, che non lo aveva mai risparmiato nemmeno durante l’avventura al City, ma più che altro per questioni extracalcistiche, sta cominciando a martellarlo senza pietà: l’ultimo appellativo è quello di “waste of space”, equivalente alla locuzione italiana “occupa spazio e basta”. Sul web anche i tifosi stanno iniziando a scaricarlo. Nel calcio si fa sempre in tempo a recuperare stima e applausi, ma il tempo di Mario non può essere infinito e lui ne ha già buttato via a palate.