Luigi Guelpa, giornalista professionista di Vercelli, di origini lucane è nato nel 1971. Segue eventi sportivi, di cronaca, costume e società in Italia e nel mondo per testate come il Secolo XIX, Il Giornale, Repubblica, Il Foglio, La Gazzetta dello Sport (etc…)

Ha scritto un libro sul noto calciatore Mario Balotelli:“Super Mario Balotelli – la biografia del talentopiù ammirato e discusso del calcio italiano”Leonardo.it l’ha intervistato per parlare di come è nata l’idea di raccontare la vita dell’attaccante, sicuramente uno dei calciatori più dissertati del panorama mondiale.

Perchè in questo momento scegliere un personaggio come Mario Balotelli per scrivere un libro?

“Perchè e’ il calciatore italiano più conosciuto al mondo. Persino Time gli ha dedicato una copertina. E’ il figlio dell’integrazione. Un ghanese italiano o un italiano ghanese.”

Qual’è, secondo te, l’episodio della sua vita che meglio descrive Mario Balotelli?

“Il dopo-gara con la Germania a Varsavia. Batte da solo i tedeschi, viene praticamente sequestrato dai giornalisti, dai microfoni e dalle telecamere di tutto il mondo. Ma lui dribbla tutti e scavalca le tribune fino ad arrivare da mamma Silvia. L’abbraccia, attende il suo bacio e lo considera il premio più grande. Questo e’ il vero Mario, quello che pochi conoscono.”

Quanto è importante, a tuo parere, la famiglia per il calciatore?

“La risposta è collegata all’episodio che ho appena raccontato. La famiglia e’ stata determinante per la crescita di Mario. Purtroppo con i genitori biologici avrebbe avuto grossi problemi ad emergere come uomo e calciatore.”

Da giornalista sportivo, a tuo avviso, può Mario Balotelli ambire a vincere il pallone d’oro?

“Mario Balotelli vincera’ il Pallone d’Oro entro due o tre anni al massimo. Non vedo dopo Messi giocatori più forti di lui.”