Marco Simoncelli moriva sei anni fa a Sepang durante il Gran Premio della Malesia del 2011. Chiamato “Sic”, è stato inserito nella “Hall of Fame” del motociclismo ricevendo anche il premio di “MotoGP Legend”. Un mito, un campione che nessuno potrà mai dimenticare.

Il team fondato dal papà di Simoncelli

Classe 1987, è stato un campione del mondo della classe 250 nel 2008. Ora la sua voglia di fare, il suo sorriso, la sua determinazione, rivive in pista attraverso la “Sic58 Squadra Corse”, il team fondato da Paolo Simoncelli per ricordare il figlio e soprattutto “per aiutare i bambini che altrimenti non avrebbero mai potuto correre e rendere onore a Marco”.

La morte di Marco Simoncelli

Marco Simoncelli ha perso la vita mentre percorreva la curva 11 al secondo dei 20 giri della gara che si stava disputando a Sepang: doveva essere un giorno di festa e, invece, si è trasformato in un incubo, per la sua famiglia e per i suoi fan. Marco non ce l’ha fatta. Dopo la caduta – come precisa Sky – “anziché scivolare insieme alla moto verso l’esterno della curva, come sarebbe normale, la gomma ha ritrovato aderenza sulla pista e lo ha proiettato sulla traiettoria dei due piloti che lo seguivano da vicino”.