Marco Materazzi attacca Rafa Benitez nel corso di una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Matrix ha parlato del big match che attende l’Inter, attesa lunedì sera al San Paolo.

“Per me l’Inter vincerà. Mancini schiererà la difesa a tre. La velocità di Murillo non consentirà ad Higuain di avere la profondità con cui è stato letale sinora”.

Per l’ex difensore della Nazionale, in ogni caso, il Napoli resta una squadra pericolosissima. “Gioca a memoria. Così come l’Inter ha cambiato tanto, rispetto all’anno scorso, però, quest’anno gli azzurri hanno un allenatore”.

Un dardo avvelenato lanciato, senza mezze misure, contro un consolidato nemico di Matrix, Rafa Benitez. Ma le stoccate contro l’allenatore spagnolo non finiscono qui, perché subito dopo Materazzi rivela a cosa ha pensato guardando Real Madrid-Barcellona, El Clasico che ha visto i blaugrana schiantare gli storici rivali.

“Benitez ha sempre avuto problemi con gli elementi di maggiore personalità delle proprie squadre. Penso a Gerrard e Terry in passato, Paolo Cannavaro a Napoli. Ora toca a Cristiano Ronaldo”.

Non è una novità che tra Materazzi e Benitez non corra buon sangue. I due si conobbero nel 2010. Rafa visse sulla panchina nerazzurra sei mesi in cui conquistò la coppa Intercontinentale insieme al disappunto di diversi senatori di una Inter fresca di Triplete.

Tra il dicembre 2010 ed il gennaio 2011 Moratti sollevò Benitez dall’incarico affidando la guida tecnica a Leonardo.

Corsa scudetto

Benitez a parte, Materazzi ha parlato anche della corsa scudetto. Per l’allenatore dello Chennaiyin, l’Inter è la favorita. Squadra slida, compatta, cinica e con il vantaggio di non giocare le coppe Europee.

“Altre squadre, come Roma e Fiorentina propongono un gioco migliore, ma non sono concrete come l’Inter. Le altre pretendenti, inoltre, hanno da affrontare anche le coppe Europee. Lo stesso Napoli sin qui, in Europa League, ha fatto giocare parecchie riserve, ma in primavera per passare i turni dovrà affidarsi ai titolari perdendo molte energie psico-fisiche”.