Incredibile l’espediente adottato da un corridore partecipante alla maratona di Nairobi per poter intascare il premio messo in palio dall’organizzazione di 7.000 dollari (circa 6.300 euro), l’uomo si è infatti intrufolato tra gli altri corridori confondendosi tra la folla degli spettatori per poi sbucare fuori all’improvviso nel momento propizio, sul finire della gara, aggiudicandosi il secondo gradino del podio. Peccato che poi l’atleta imbroglione sia stato tempestivamente smascherato e arrestato. Ora dovrà sostenere un processo con l’accusa di truffa sportiva davanti al tribunale di Nairobi.

Si tratta del 28enne Julius Njogu, che attratto dalla lauta posta in palio (i 7 mila dollari del premio), ha atteso ai margini della pista, assiepato tra un gruppo di spettatori, prima di raggiungere il segmento finale del tracciato nel Nyayo National Stadium durante la celebre Maratona Internazionale di Nairobi. A quel punto, fresco come una rosa, è stato facile per Njogu sopravanzare alcuni rivali e giungere al secondo posto sul traguardo. Squalifica che poi non è tardata ad arrivare per il protagonista della genialata.

La mossa non è ovviamente passata inosservata ai giudici di gara che hanno immediatamente individuato le gesta truffaldine del 28enne aggiuntosi al gruppo dei partecipanti una volta giunti in prossimità dell’arrivo. Una maratona quella di Nairobi, dunque, nella quale il tentativo di truffa è di casa visto il precedente del 2013 quando due atlete erano state squalificate dopo aver tentato di imbrogliare nella categoria femminile.