Diego Maradona immortalato mentre aggredisce la fidanzata Rocio Oliva. L’ex Pibe de oro ha sferrato due colpi contro la donna che ha ripreso la scena col telefonino e ha poi pubblicato il video su Youtube (rilanciato poi dalla televisione argentina “Eletrecetv”). L’episodio risale allo scorso giugno quando tra i due era in corso un botta e risposta sui media con Olivia che aveva confessato di essere stata vittima di violenza domestica e di averne le prove.

La scena dimostra che la tesi della donna è tutt’altro che infondata. El Diez, infatti, in uno stato palesemente alterato, si alza dalla sedia avvicinandosi ad Oliva che viene rimproverata per stare sempre al telefono. Colpita due volte, la giovane prova a difendersi dicendo: “Pazzo, non posso guardare il mio telefono?”. Colpisce, però, come il filmato venga alla luce solo ora dopo che la coppia sembra tornata insieme come confermerebbero le foto pubblicate sul profilo Twitter di Oliva che risalgono a non più di due settimane fa.

Maradona non è nuovo a episodi di questo tipo e continua a oscurare il suo glorioso passato da calciatore. Ad agosto Diego (foto by InfoPhoto) si era fatto notare per aver preso a sberle un giornalista, a Buenos Aires. Lo scorso luglio era uscito da un ristorante argentino completamente ubriaco e il video aveva fatto il giro del mondo. Agli inizi di settembre, invece, sempre in stato alterato aveva reagito male a una domanda su Aguero, ex marito di sua figlia, nei pressi di una discoteca di Dubrovnik.

Ora l’ennesima puntata di una relazione a dir poco complicata e in balia degli eventi: dopo la promessa di matrimonio nello scorso febbraio, era arrivato l’arresto della donna a luglio in seguito alla denuncia della “mano de dios” per furto di gioielli e altri oggetti con il Tribunale di Dubai che aveva emesso un ordine di cattura internazionale. In mezzo l’aggressione di Maradona a Rocio.

LEGGI ANCHE

Diego Maradona dopo la cura dal personal trainer

Mondiali 2014 Maradona: “Il ‘baffone’ ha sbagliato”

Tevez Juventus: frecciata di Diego Armando Maradona