Nel febbraio del 2011, durante un’intervista al magazine Bunte, il portiere della nazionale tedesca Manuel Neuer invitò i colleghi calciatori gay a fare coming out: “Coloro che sono omosessuali dovrebbero dichiararlo apertamente, togliendosi di dosso questo peso“. Un messaggio diretto non solo ai giocatori gay ma anche ai loro tifosi, che dovrebbero interessarsi più del rendimento in campo di un calciatore piuttosto che del suo orientamento sessuale.

Dal momento in cui è stata diffusa quest’intervista, la curiosità su Neuer è cresciuta in maniera esponenziale, perché molti hanno iniziato a chiedersi se anche lui fosse omosessuale. Basta fare una semplice ricerca su internet per capire quanto interesse ci sia in merito alla questione “ma Neuer è gay?” e tanti hanno trasformato le parole del portiere tedesco in un coming out quando in realtà non c’è traccia di nessuna ammissione in quelle parole, se non un invito ad accettare la propria sessualità e a viverla senza alcun problema.

Le voci di una sua presunta omosessualità sarebbero state alimentate anche dallo stretto riserbo in cui il giocatore ama vivere. In realtà è fidanzato da diversi anni con Kathrin Glich, che era presente anche durante i festeggiamenti della Germania per la vittoria del Mondiale in Brasile (qui le foto) e al di là di tutto dovremmo ricordarci le parole che pronunciò nel 2011: cosa ci importa dell’orientamento sessuale di una persona? I morbosi e i ficcanaso dovrebbero ricordarselo sempre.