Walter Sabatini punta tutto su Javier Manquillo, laterale destro dell’Atletico Madrid classe ’94 reduce da un prestito con poca gloria al Liverpool.

Il calciatore ha parecchi estimatori in patria. Hanno chiesto notizie di lui Getafe, Rayo Vallecano e Granada. I tre club lo vorrebbero in prestito, lui ha declinato le offerte.

Il motivo? Manquillo vuole fare un’altra esperienza all’estero. Non al Liverpool, dove ha giocato poco (appena 10 presenze), fatto che lo ha convinto a rinunciare al secondo anno di prestito.

Per Manquillo, dunque, potrebbero apririsi le porte della serie A. Secondo quanto riporta As, la Roma ed il calciatore sarebbero già d’accordo.

Manca l’intesa tra i due club. La Roma vuole il prestito con diritto di riscatto, l’Atletico Madrid il controriscatto.

Javier Manquillo Gaitán è nato a Madrid il 5 maggio 1994. E’ cresciuto nell’Atletico Madrid, dove, stagione 2012-2013, è diventato un perno della difesa della squadra B.

Un grande campionato con 42 presenze che lo pone all’attenzione dello staff tecnico della prima squadra. E quella è un po’ la stagione della consacrazione per Manquillo, che esordisce in Copa del Rey nel 3-0 al Real Jaén, debutta in Europa League (contro il Viktoria Plzen) e scopre la Liga, il 9 dicembre 2012, nel 6-0 al Deportivo La Coruna.

Ma con l’Atletico Madrid c’è poca gloria. Simeone lo impiega poco, solo cinque presenze per lui fino alla fine del campionato 2013-2014.

Decide così di farsi le ossa al Liverpool, ma anche tra i Reds lo spazio non è molto. Dieci presenze nella scorsa stagione e la decisione di interompere anzitempo il prestito biennale.

Nonostante negli ultimi mesi la carriera di Manquillo abbia subito una frenata, si parla pur sempre di uno dei prospetti più interessanti del calcio iberico.

Javier Manquillo ha fatto parte di tutte le rappresentative spagnole, dall’Under 16 all’Under 20, conquistando nel 2012 la medaglia d’oro agli Europei under 19 in Estonia.