Roberto Mancini non è più l’allenatore del Galatasaray. Il tecnico marchigiano ha lasciato “di comune accordo”, come recita il comunicato ufficiale, il club turco dopo nemmeno un anno di permanenza e dopo aver lasciato in dote ai giallorossi una Coppa di Turchia e una qualificazione agli ottavi di finale di Champions League a scapito della Juventus. Una decisione relativamente a sorpresa, dal momento che negli ultimi giorni il Mancio sembrava attivamente impegnato nella programmazione della campagna-acquisti; e forse sono stati proprio alcuni punti di vista divergenti sul mercato a portare alla frattura tra il tecnico ex Inter e City e il club di Istanbul.

A questo punto, diventa interessante ipotizzare la prossima destinazione di Mancini. La soluzione più semplice, considerate anche le tempistiche, è quella che conduce a una prestigiosa nazionale: quella inglese, per esempio, che Roy Hodgson lascerà subito dopo il Mondiale. Oppure il Mancio potrebbe prendersi un anno sabbatico, in attesa che si liberi la panchina di qualche club di primo livello. La Juventus, per esempio.