In occasione della supersfida contro il Liverpool, il prossimo 16 marzo, il Manchester United diventerà la prima squadra del mondo a ospitare tifosi virtuali (e ubiqui) nel proprio stadio: non riproduzioni pixellate di essere umani ma gente in carne ed ossa, che sarà a Old Trafford pur non avendo mosso un passo dal proprio divano. Tutto questo grazie a Front Row (“prima fila), la campagna lanciata dal club inglese a braccetto con Google, che sfrutterà la tecnologia Hangout di Google+ per consentire ai fan dei Red Devils di tutto il mondo di seguire la propria squadra da casa propria, apparendo sui cartelloni a LED a bordocampo al posto degli sponsor tradizionali. Ammesso che apparire in mondovisione mentre si trangugia birra in pigiama davanti a tv e webcam non sia fonte di disagio.

Solo 15 fortunati fan potranno partecipare a questo evento in qualche modo storico: per tentare di far parte di questo manipolo di pionieri del tifo virtuale, sarà necessario condividere una foto sul vostro account di Google+ che sia testimone della vostra passione per i colori dello United, condendola con l’hashtag #MUFrontRow. Al che, si procederà con la selezione delle 15 foto migliori. Al momento, come chiarito sia dal club inglese che dal colosso di Mountain View, si tratta solo di un esperimento; tra qualche anno potrebbe diventare una consuetudine. Sperando di non doverci trovare un giorno con stadi riempiti di gente digitale che tifa per giocatori anch’essi digitali.

LEGGI ANCHE:

Vidic è dell’Inter

7 motivi per puntare su Google+

Google Chromebox for Meetings