Il Manchester United ha annunciato l’obiettivo finanziario per il 2016: raggiungere i 700 milioni di euro di fatturato. I Red Devils hanno depositato presso la Security and Exchange Commission il rendiconto del bilancio al 30 giugno 2015, dichiarando di attendersi, per questa stagione, introiti compresi tra 500 e 510 milioni di sterline (pari, appunto, a 700 milioni di euro).

Una cifra monstre che conferma il Manchester United come club calcistico più ricco del pianeta. Le previsioni del club inglese, infatti, superano quelle del Real Madrid, che per l’anno calcistico in corso si aspetta ricavi per 582 milioni di euro(i Blancos non tengono conto delle plusvalenze).

Lo united fa megli oanche del Barcellona, che ha indicato come obiettivo 633 milioni di euro (dovrebbe essere compresa anche la plusvalenza ottenuta grazie alla cessione di Pedro, finito al Chelsea in cambio di 27 milioni di euro).

Insomma, il Manchester United ha dimostrato perché può permettersi di spendere 50 milioni di euro per l’acquisto di Artial, giovanotto francese dibelle speranze strappato al Monaco.

In totale, nella scorsa campagna acquisti, lo United ha speso circa 140 milioni di euro. Una cifra talmente alta da far urlare alla ‘esagerazione’ lo stesso tecnico del Manchester, Louis Van Gaal.

Il vice presidente esecutivo del club, Ed Woodward, in occasione della quotazione in borsa delle azioni del club a New York, ha dichiarato soddisfatto che in questo momento i Red Devils hanno potere dentro e fuori dal campo.

Nel giugno scorso, The Brand Finance Football 50 ha piazzato i Red Devils al primo posto nella classifica dei brand pallonari con più valore.

Il brand Manchester United ha un valore complessivo di 1,2 miliardi di dollari (la classifica tiene conto fatturato, giro d’affari e conoscenza del brand a livello internazionale).