Da questa sera si fa sul serio per quanto riguarda la giostra calcistica dell’Europa che conta con l’esordio della fase a gironi eliminatori della Champions League. E si fa sul serio anche per la Juventus che dopo una partenza shock in campionato, un solo punto in tre partite, non succedeva da mai, ha necessità e urgenza di scrollarsi di dosso tutto il torpore di un risveglio di stagione a dir poco traumatico, riscattando (e riscattandosi) questo terrificante approccio al campionato. L’esordio però è già subito di quelli ad alto coefficiente di infiammabilità perché la Juve pesca per prima l’avversaria più pericolosa del Gruppo D di qualificazione, il Manchester City.

I Citizens al contrario della Juventus stanno strabiliando in Premier League: primi a punteggio pieno dopo 5 giornate, ma una brutta tegola è caduta sul capo di Manuel Pellegrini con l’infortunio di Sergio Aguero, che non sarà della partita. Il problema per i bianconeri è che comunque al ManCity resta tanta qualità da far paura a qualsiasi avversaria e per un Kun che si perde, si ritrovano Silva e Sterling, che insieme al nuovo acquisto De Bruyne creeranno non pochi grattacapi alla retroguardia juventina. Anche la linea mediana fa paura, con Yaya Touré e Fernandinho pronti a tutto a centrocampo, è un City insomma con molta sostanza e molta qualità in ogni reparto.

Allegri invece denuncia i soliti guai a centrocampo, visto che il ritorno di Marchisio è stato tutt’altro che felice con il Principino costretto ancora a un mese di stop. Molto probabile dunque il ricorso al 3-5-2 a Manchester con il trio difensivo composto da Bonucci, Chiellini e Caceres. A centrocampo ci sarà Hernanes davanti alla difesa, l’unico che può dare garanzie in cabina di regia, al suo fianco Pogba e lemina al suo debutto in bianconero. Sulle corsie laterali invece tornano Evra e Lichtsteiner. Mandzukic e Morata invece comporranno il tandem d’attacco, con Dybala e Cuadrado a scalpitare in panchina.

Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Kompany, Mangala, Kolarov; Yaya Touré, Fernandinho; Navas, Silva, de Bruyne; Sterling. All. Pellegrini.

Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Lemina, Hernanes, Pogba, Evra; Morata, Mandzukic. All. Allegri.