Sul sito ufficiale della FA (Football Association), la federazione calcistica inglese, è apparso un comunicato che ha destato non poca sorpresa nel confermare di aver accusato formalmente il difensore centrale del Manchester City (ed ex della nazionale argentina) Martin Demichelis di “condotta scorretta per calcioscommesse“. Il giocatore argentino, che al momento non ha rilasciato alcun commento a riguardo, avrà tempo fino al 5 aprile 2016 per rispondere a tali accuse mosse dalla federazione inglese.

Sono queste le testuali parole vergate nel comunicato pubblicato sul sito della Football Association, le quali confermano quanto segue: “si afferma che il giocatore ha commesso 12 violazioni della regola E8 della Football Association riguardanti le partite di calcio comprese fra il periodo che va dal 22 gennaio 2016 e il 28 gennaio 2016“.

Stando alle suddette accuse, Demichelis è stato diffidato dalla Football Association per aver effettuato direttamente scommesse su decine di partite. Nello specifico, il capo d’accusa del 35enne difensore argentino è quello di aver effettuato 12 puntate relative a incontri che si sono svolti tra il 22 e 28 gennaio scorso. Allo stato attuale delle cose Demichelis ha tempo fino al 5 aprile per presentare la propria difesa scagionandosi da tale accusa.

Secondo quanto riportato dal sito della BBC però non sembra che Demichelis abbia puntato su nessuno dei 25 incontri nei quali ha preso parte quest’anno con la maglia del Manchester City. Al di là di questo tuttavia, in base alle norme entrate in vigore all’inizio della stagione 2014-15, i giocatori e gli allenatori appartenenti alla Federazione non possono scommettere su alcuna partita in qualsiasi parte del mondo. Demichelis rischia dunque una severa sanzione disciplinare che potrebbe essere comminata come multa oppure come sospensione da parte della FA.