L’Italia batte di misura la nazionale di Malta (qui la cronaca del match) e conquista i tre punti necessari per andare avanti e puntare alla qualificazione per gli Europei 2016 in Francia. Al National Stadium di Ta’ Qali l’Italia la nazionale azzurra di Conte sembra irriconoscibile: sottotono, priva di carattere, incapace di verticalizzare. Per diverso tempo in superiorità numerica, l’Italia è stata in grado di giocare bene solo per cinque minuti nel primo tempo, quando sono arrivati due pali e il gol del debuttante Pellè.

Ecco le pagelle del match:

BUFFON 6: con una formazione maltese impegnata ad evitare più di subire goleade che di vincere segnando, Gigi Buffon si gode il match più da spettatore che da giocatore.

DARMIAN 5.5: Conte lo schiera in difesa, al posto di Ranocchia. Niente da segnalare con una difesa che ha dovuto svolgere poco lavoro.

BONUCCI 5.5: difesa non particolarmente impegnata contro il muro difensivo di Malta. Al 72′ viene espulso per un episodio discutibile (l’arbitro fischia perché Leo avrebbe atterrato Schembri, diretto da solo verso la porta, per quella che sarebbe stata una chiara occasione da gol).

CHIELLINI 6: poco impegnato in difesa, Giorgio si avventura in area di rigore avversaria e prende un palo che grida vendetta.

PASQUAL 6.5: il miglior giocatore del centrocampo azzurro. Nel primo tempo l’Italia si rende pericolosa soprattutto dalla sua fascia sinistra, dove Pasqual sembra godere di maggiore libertà.

MARCHISIO 5.5: il centrocampo è il reparto che stasera soffre più di tutti. Nel finale è completamente scollegato dal reparto offensivo e l’Italia, pur facendo molto possesso palla, non riesce ad andare alla conclusione in porta.

VERRATTI 5: la delusione della serata. Sarà che da lui ci si attende molto di più, ma il giocatore del Paris Saint Germain è troppo lento e soprattutto nel primo tempo non riesce ad avere la meglio sulla marcatura di Schembri.

FLORENZI 6: Pasqual a parte, il centrocampo azzurro delude e Conte lo sa dato che al 58′ Florenzi viene sostituito da Alberto Aquilani.

CANDREVA 5: non è la sua serata e non entra mai in partita. E’ l’emblema di un’Italia per niente brillante e reattiva.

IMMOBILE 6: buona la sintonia con Pellè ma il gol non arriva neppure contro Malta. Conte lo sostituisce al 65′ con Giovinco, che contro l’Azerbaigian ha dimostrato ben altra forma fisica.

PELLE’ 6.5: al suo debutto in Nazionale azzurra, in assoluto il migliore dell’Italia. Segna il gol, crea tanto e mette spesso i compagni nella condizioni di tirare. Sembra avere ottima intesa con Immobile, nonostante sia la prima volta che i due attaccanti giocano assieme. Nel secondo tempo sembra stanco e incide molto meno rispetto alla precedente parte di gara.

AQUILANI (58′) 5.5: entra al posto di Florenzi ma il succo resta quello e non fa la differenza.

GIOVINCO (65′) 6.5: entra in campo e la differenza si vede. Peccato che il centrocampo non lo supporti a dovere e peccato non sia stato schierato da subito in campo perché Seba è davvero in forma.

OGBONNA (75′) 5: entra al posto di Pellé. Il suo è più un cambio tattico, dopo l’espulsione di Bonucci, che una reale necessità.

(photo credit: @Vivo_Azzurro on Twitter)