Al National Stadium di Ta’ Qali l’Italia batte per 1-0 Malta ma la squadra di Conte è apparsa irriconoscibile: sottotono, senza carattere, incapace di sfruttare la superiorità numerica che ha conservato per diversi minuti in campo. Insomma, nonostante la conquista dei tre punti per il girone H, la Nazionale delude e molto anche.

Il ct Antonio Conte manda in campo una formazione iniziale parzialmente diversa a quella schierata contro l’Azerbaigian: Buffon fra i pali, in difesa confermati Chiellini e Bonucci mentre Darmian prende il posto di Ranocchia; a centrocampo tornano Florenzi e Marchisio e partono titolari anche Verratti, Pasqual e Candreva; in attacco Immobile viene confermato mentre Zaza resta in panchina e lascia il posto a Graziano Pellè, al suo debutto in Nazionale a 29 anni.

Il primo tempo si chiude con l’Italia in vantaggio per 1-0 (gol dell’esordiente Pellè al 22′) e in superiorità numerica (al 26′ Mifsud viene espulso per un brutto fallo su Florenzi) ma il gioco della squadra non convince. Gli azzurri sono lenti, non entrano in partita, l’Italia rischia sui disimpegni e Conte non è per niente soddisfatto. Quando la squadra impone il suo gioco la differenza in campo con la nazionale maltese si nota ma il brio dell’Italia dura giusto cinque minuti, quando giustappunto arrivano due pali e il gol di Pellè. E’ proprio quest’ultimo a segnalarsi come uno dei migliori in campo, l’unico a mettere spesso i compagni nella condizioni di poter tirare.

Il secondo tempo non imprime nessuna svolta al gioco. Al 72′, tra l’altro, Bonucci viene espulso in seguito ad un episodio molto discutibile (l’arbitro fischia fallo perché il giocatore atterra Schembri, diretto verso la porta per quella che sembra una chiara occasione da gol) e le formazioni tornano di nuovo in parità numerica. L’Italia si fossilizza su retropassaggi, è incapace di verticalizzare e a soffrire è soprattutto il centrocampo, che non è in grado di dialogare con il reparto offensivo: nonostante il possesso palla, tutto a favore degli azzurri, non si riesce ad arrivare alla conclusione. In definitiva, l’Italia vince ma non convince.

LE PAGELLE DI MALTA-ITALIA

(photo credit: @Vivo_Azzurro on Twitter)