Una notte in discoteca, per un calciatore, può costare decisamente cara. E questo è quanto successo a Maicon, terzino destro della Roma, che ha perso la sua convocazione a causa di una notte brava passata a Miami, in Florida, Stati Uniti. Il suo allontanamento, voluto proprio dal commissario tecnico Dunga, ha fatto scoppiare di fatto il caso in seno alla formazione verdeoro: il giocatore era in ritiro, ma è stato improvvisamente rispedito a casa senza dare nessuna informazione precisa. A prendere in mano la questione ci ha pensato direttamente il coordinatore delle nazionali verdeoro, Gilmar Rinaldi, che ha parlato semplicemente di “indisciplina”.

Calciomercato Roma: arriva Maicon, spuntano i sorrisi

E pensare che Maicon era reduce dalla sfida amichevole contro la Colombia, disputatasi proprio a Miami, durante la quale era stato schierato titolare da Dungua. Ora, però, il passo indietro del ct, che per la gara di martedì contro l’Ecuador nel New Jersey ha convocato Fabinho, che si trovava in Qatar con la selezione olimpica: “E’ stato un problema interno e non risponderò alle domande sull’argomento e mi piacerebbe che non facciate domande nemmeno ai giocatori”, ha tagliato corto Rinaldi.

Maicon Roma: “Non dedicai lo scudetto dell’Inter a De Rossi”, la bugia del Colosso

Maicon Roma: il brasiliano non torna dalle vacanze e diventa un caso