Presentate, allo store ufficiale di Oriocenter, le maglie Atalanta 2016/17. Un lancio che ha celebrato i recenti successi del vivaio orobico.

LARGO ALLE NUOVE LEVE

Nessun giocatore della prima squadra è stato infatti chiamato come modello all’inaugurazione. Spazio lasciato invece ad esponenti del settore giovanile quali Enrico del Prato e Filippo Melegoni dell’under 17 nonché Edgar Albani e Giorgio Brogni dell’under 15, tutti reduci dal titolo di campioni d’Italia nelle rispettive categorie. Due le divise del Club bergamasco, non disegnate per l’Atalanta, ma parte del catalogo teamwear di Nike. In base al contratto di sponsorizzazione la società sceglie il modello da adottare fra quelli a disposizione nel catalogo, proprio alla pari di una qualsiasi squadra presso un rivenditore Nike.

PRIMA MAGLIA

Per la Home i colori sono naturalmente il nero e l’azzurro. Una scelta che non impedisce tuttavia di trovare strade alternative per il loro abbinamento: anziché una scelta tendente al classico, il petto è stavolta interamente in tinta “black”, dove in bella vista emergono il “baffo” e lo stemma sociale. Partono quindi verso il basso ben 15 strisce neroazzurre con un effetto sfumato in entrambi i versi. I pantaloncini e i calzettoni sono totalmente neri.

SECONDA MAGLIA

Nero colore predominante nella divisa casalinga, mentre i piani relativi alla seconda sono diametralmente opposti. Al posto di apportare significative novità, il design richiama sì particolarmente la tradizione, ma l’unica tonalità utilizzata è il total white. Dal colletto a V azzurro parte una riga che prosegue sulle spalle e termina sull’orlo delle maniche. Anche in questo caso il kit viene completato da calzoncini e calzettoni bianchi. “La novità c’è, adesso aspettiamo il responso della piazza, perché l’importante è capire cosa pensano i nostri tifosi delle nuove divise” ha dichiarato nel corso della cerimonia il direttore generale dell’Atalanta Umberto Marino.