La Nike ha mostrato al mondo intero le maglie che il Brasile indosserà ai prossimi Mondiali che si disputeranno nell’estate del 2014 proprio nel paese sudamericano. La presentazione, avvenuta a Rio de Janeiro, è stata l’occasione per ammirare la divisa che combina innovazione, elementi di design che richiamano la cultura e la tradizione con la sostenibilità ambientale. Utilizzando in abbinamento la Tecnologia Nike Dri-FIT, una rete “burnout” e fori di traspirazione tagliati al laser, i designer sono in grado di agire nei punti in cui i calciatori hanno maggior necessità.

La tecnologia Nike Dri-FIT raccoglie il sudore della pelle incanalandolo all’esterno del tessuto dove evapora più rapidamente, mentre i fori tagliati al laser e la maglia tecnica, collocati nelle principali aree di generazione del calore, consentono maggiore traspirazione e passaggio d’aria alla pelle. Ogni divisa è stata realizzata usando in media 18 bottiglie di plastica riciclata. Dal 2010, Nike ha recuperato dalle discariche quasi 2 milioni di bottiglie

Conquistato dall’originale creatività del Brasile, il team di design Nike ha cercato di replicare le culture distinte della nazione, restando fedele alla cultura e alla tradizione della maglia gialla. Anche lo stemma brasiliano è stato rinnovato. Un tessuto intrecciato metallico di color oro è stato inserito nello stemma per ottenere un effetto luminoso e, inoltre, lo stemma del 2014 risulta leggermente più grande: “Indossare la ‘amarelinha’ è un onore per me e i miei compagni di squadra,” ha affermato Neymar. “Il Brasile è un posto davvero speciale per giocare a calcio e vogliamo giocare bene e vincere per il nostro paese. Questa divisa ci aiuterà a farlo grazie alla tecnologia e all’ispirazione che ci offre.”