Pare non essere esente neppure il mondo del calcio dal coinvolgimento con le indagini di ‘Mafia Capitale’. “Carminati – il boss della Cupola, scrive il Ros dei carabinieri in un’informativa – è risultato infatti in contatto con il direttore sportivo della squadra di serie A, Fiorentina Calcio, Daniele Pradé, ex Roma, con il quale fissa telefonicamente appuntamenti per incontrarsi presso studi legali”. Ma nonostante questo, Pradè non risulta essere iscritto nel registro degli indagati. Pradè ha confermato di conoscere Carminati, ma ha smentito di aver avuto interessi comuni con lui.

ROMA

Ma il boss della cupola romana non aveva rapporti solo con Pradè, bensì anche con altri personaggi di rilievo nel mondo del calcio. Appaiono coinvolti Mario Corsi, conduttore della trasmissione radiofonica sportiva Te lo do io Tokio, meglio noto come Marione, ultra della Roma. Carminati è in buoni rapporti anche con la famiglia Sensi, ex proprietari dell’As Roma. Daniele De Rossi, invece, dopo una discussione avuta in un locale, ha pensato bene di rivolgersi a Giovanni De Carlo, chiamato la notte del 30 settembre 2013: “Avevo pensato che quello aveva chiamato qualche coattone. ho detto famme senti’ Giovanni”, ha detto De Rossi. “Chiamame sempre. bravo! Hai fatto bene Danie’, amico mio”, ha risposto De Carlo.